Le Feste tradizionali in Emilia Romagna

Emilia Romagna – i giorni della Tradizione

Ritrovare momenti di festa, seguire un itinerario tra cose belle che parlano all’intelligenza e al cuore. Un elenco sulle Feste tradizionali in Emilia-Romagna, divisi per provincia e mese.

Piacenza
Dicembre – Gennaio – Febbraio
Fiorenzuola d’Arda
Carnevale: Festa della zobia La “ zobia” è la vecchia, figura magica e dispettosa al centro di un antico carnevale con rappresentazioni di strada e scene buffonesche.  Informazioni: Pro Loco tel. 0523 985139
Marzo – Aprile – Maggio
Bobbio
Ascensione/ Domenica dell’Ascensione. Dal castello si snoda una processione solenne con benedizioni protettive dei vari luoghi. Informazioni: Municipio tel. 0523 962811, Chiesa di S. Maria Assunta tel. 0523 937219
Corte Brugnatella – Marsaglia – Brugnello
Carlin di maggio/notte del primo maggio. Carlin di maggio sta per Calendimaggio:antico rito di saluto alla primavera con tradizionali canti di questua di casa in casa. Notevole l’uso di strumenti come la “musa” e il “piffero”. Informazioni: Municipio tel. 0523 969011
Pianello Val Tidone
La gallina grigia/ notte del primo maggio. Un altro rito di inizio della bella stagione con canti di questua per la raccolta di uova messe in un cesto dov’è una gallina grigia.
Informazioni: Municipio tel. 0523 99411
Fiorenzuola d’Arda
Gara del “pont a l’ov” (gioco con le uova)/ Pasqua. Gioco che si effettua con le uova bollite: vince chi con la punta del proprio uovo rompe la punta dell’uovo dell’avversario.
Concorrono alla gara i vari bar del luogo e usualmente vengono impiegate circa 20.000 uova. Informazioni: Pro Loco tel. 0523 985139
Grazzano Visconti (Vigolzone)
Corteo storico delle antiche casate con torneo a cavallo. Ultima domenica di maggio. Informazioni: Pro Loco Tel. 0523 870922, IAT tel. 0523 870997
San Lorenzo di Castellarquato e Lusurasco (Alseno)
Rituale laico: Bruciamento di “Cicon”/ Mercoledi delle Ceneri. Il giorno delle Ceneri è tradizione che i giovani del luogo approntino un grande fantoccio (Cicon) che verrà portato, di villa in villa (e quindi di osteria in osteria) in località Lusurasco di Alseno. Qui, dopo l’apertura e la lettura del testamento di Cicon (che simboleggia l’anno che se ne va) il fantoccio viene bruciato in piazza tra allegri festeggiamenti. Informazioni: tel. 0523 948239, Municipio tel. 0523 945516
Vernasca
Cantamaggio/ Primo maggio. Anche qui si canta il maggio momento fondamentale del calendario popolare. Informazioni: Municipio tel. 0523 891382
Giugno – Luglio – Agosto
Chiaravalle della Colomba (Alseno)
Infiorata/ Corpus Domini. Infiorata nell’Abbazia di Chiaravalle della Colomba fatta con petali di fiori che raffigurano particolari temi religiosi. Informazioni: Abbazia monaci
Cistercensi, tel. 0523 940132
Castell’Arquato
Cena medievale/ fine luglio-inizio agosto. Grande tavolata in piazza con pietanze “d’epoca”, giocolieri, mangiatori di fuoco, danze e canti medievali. Informazioni: IAT tel. 0523 803091, Municipio tel. 0523.804008 – email biblioteca@comune.castellarquato.pc.it  il  sito www.comune.castellarquato.pc.it .
Coli
S. Agostino/ 28 agosto o domenica successiva a tale data. Il santuario è collocato a 1000 metri di altitudine e nel mezzo di una vasta zona boschiva e ricca di acque.
L’antichissima sagra richiama ogni anno le popolazioni della Valtrebbia, Valnure e della Valdaveto. Informazioni: Municipio tel. 0523 931117
Morfasso
Sagra di Santa Franca al Monte S. Franca/ Prima e ultima domenica di agosto. I fedeli continuano ad affluire nella chiesa dedicata alla Santa piacentina Franca da Vitalta fino
al tardo pomeriggio facendo colazione sui prati vicini. Poiché la Santa è particolarmente invocata per le malattie degli occhi, l’acqua veniva – e tuttora viene – raccolta e conservata perché considerata miracolosa. Informazioni: Parrocchia S. Maria Assunta tel. 0523 908263, Municipio tel. 0523 908180, Pro Loco Morfasso tel. 0523 908216
Settembre – Ottobre – Novembre
Castell’Arquato
tradizionale festa medievale di settembre: il 12 e 13 settembre (ogni anno il secondo fine settimana di settembre) si svolge “Rivivi il Medioevo”, organizzato dalla pro-loco di Castell’Arquato.
Sabato e domenica viene allestito un accampamento medievale nella zona del Lungo Arda, ove sono in programma anche il torneo di combattimento in armatura, giochi medievali per bambini e spettacoli vari.Il paese è animato da mercanti, valorosi armati, popolani festosi in corteo, gentili ballerine e nella Piazza del Municipio alla sera del sabato e nel pomeriggio della domenica saranno allestiti spettacoli a tema. Info: 0523.804181 proloco.carquato@libero.it – www.riviviilmedioevo.it 
Parma
Dicembre – Gennaio – Febbraio
Busseto
Carnevale. Un carnevale “di città” che vanta più di 120 anni di storia: elaborati carri e immancabili riferimenti al celeberrimo cittadino Giuseppe Verdi. Informazioni: Ufficio
turistico tel. 0524 92487
Marzo – Aprile – Maggio
nessuna segnalazione
Giugno – Luglio – Agosto
San Secondo Parmense
Palio delle contrade / inizio giugno. Sei contrade si sfidano intorno alla Rocca con spettacoli e animazioni che coinvolgono tutto il paese. Informazioni: ufficio informazioni
turistiche tel. 0521 873214
Bardi
Tenzone medioevale / Terza domenica di Luglio. Tanti figuranti che di anno in anno interpretano situazioni riferite al periodo medioevale. Informazioni: ufficio informazioni
turistiche tel. 0525 71321
Settembre – Ottobre – Novembre
Parma
Palio di Parma/ Seconda domenica di settembre. Un palio molto ricco di cui si ha notizia sin dal 1314. Tanti cortei e al centro della festa: la “Corsa dello scarlatto”, il “palio delle donne” e il “palio degli asini”. Informazioni: CSP tel. 0521281226, IAT 0521 218707
Fidenza
Gran Fiera Borgo S. Donnino/ 9 ottobre. Una grande fiera di antica tradizione che richiama tutto un vasto territorio. Attività e iniziative riguardanti anche le tradizioni locali per
tutto il periodo di ottobre, intorno alla data del Santo. Informazioni: IAT tel. 0524 83377
Reggio Emilia
Dicembre – Gennaio – Febbraio
Castelnuovo di Sotto
Carnevale. Corsi mascherati in uno dei luoghi dove si realizzano le grandi maschere per tutta Italia. Informazioni: Municipio tel. 0522 683641
Marzo – Aprile – Maggio
Quattro Castella
Corteo storico/ Ultima domenica di maggio. Lo spunto per questa grande rievocazione storica è quello della incoronazione a vice regina vicaria d’Italia della Contessa Matilde di Canossa avvenuto nel 1111. Informazioni: ufficio turismo tel. 0522 887948 – 888473
Guastalla
Gnoccata/Terza Domenica Maggio ogni 3 anni. Una festa molto articolata, nata in questa cittadina nell’Ottocento. Corteo di carri e personaggi in costume al cui centro è il “Re
Gnocco”.Ovviamente fumanti gnocchi di patate per tutti. Informazioni: Pro Loco tel. 0522 824594, Municipio tel. 0522 839755
Giugno – Luglio – Agosto
Toano (in frazione Cavola)
Processione dei misteri/ 5 agosto. Numerosi quadri riferiti a episodi biblici sono allestiti lungo un percorso processionale. Più di cento figuranti, accurati allestimenti per una festa autenticamente popolare. Informazioni: Municipio tel. 0522 805110, Parrocchia tel 614413, Pro Loco tel. 0522 614444
Villa Minozzo
Canto dei “maggi”/ mesi di Luglio e Agosto. Una delle più straordinarie forme di teatro popolare di tutta Europa.  La tradizione è viva in alcune zone dell’appennino emiliano
e toscano: si tratta di suggestive rappresentazioni in versi, costumi e accompagnamento musicale che si tengono tra i boschi. Informazioni: Municipio tel. 0522 801122
Settembre – Ottobre – Novembre
nessuna segnalazione
Ferrara
Dicembre – Gennaio – Febbraio
Cento
Carnevale: Testamento del “Tasi”/ Tutte le domeniche di carnevale. E’ ormai uno dei carnevali più grandi d’Italia che mantiene anche tratti arcaici come il testamento buffonesco del personaggio locale chiamato “Tasi”. Informazioni: Ufficio organizzativo tel. 051 904252 -57
Marzo – Aprile – Maggio
Ferrara
Rievocazione storica: Palio di san Giorgio/ tutti i fine settimana di maggio. Uno delle più grandi rievocazioni storiche della regione e un Palio ormai famoso a livello nazionale. La cornice è quella di una delle capitali rinascimentali italiane, grandi cortei e poi numerose “corse”. Sbandieratori bravissimi. Informazioni: Ente Palio Città di Ferrara tel. 0532 751263 , IAT tel. 0532 209370
Goro
“Bala in Po” o Sposalizio del Fiume/ giorno dell’Ascensione. Un rito che vede una benedizione delle del grande fiume con il parroco che getta in acqua quattro mazzi di spighe e una palla di cera Informazioni: Municipio tel. 0533 996395 -996034
Giugno – Luglio – Agosto
Goro
Processione di S. Antonio con le barche/ domenica successiva al 13 giugno. Un’altra processione con le barche in uno dei luoghi più tipici del Delta del Po. Informazioni: Municipio tel. 0533 996395 -996034
Comacchio
Festa Madonna del mare, processione con le barche/ Prima domenica di giugno. La statua della Madonna è portata in mare sui “Bragozzi” le barche tradizionali della storica
marineria da pesca locale Informazioni:IAT tel. 0533 310161, Parroco tel. 0533 327156
Settembre – Ottobre – Novembre
nessuna segnalazione
Modena
Dicembre – Gennaio – Febbraio
Modena
Carnevale / giovedì grasso. Al centro del carnevale c’è la “famiglia Pavironica” un gruppo di maschere tradizionali che sfila con ricco corteo per le vie della città. Informazioni:
IAT tel. 059 206660
Marzo – Aprile – Maggio
Frassinoro
Processione Via Crucis/ Venerdì santo ogni tre anni. 15 quadri interpretati da oltre 200 figuranti ricostruiscono in luoghi suggestivi la passione di Gesù Cristo. Grande impegno
di tutta la comunità locale per la complessa messa in scena. Informazioni: Municipio tel. 0536 971015
Riolunato
Canto delle “ambasciate” Maggio delle Ragazze/ 30 aprile ogni 3 anni. Antichissima la tradizione di cantar maggio che a Riolunato sopravvive in forma di “ambasciata”, ovvero serenata sotto le finestre delle ragazze. Si cantano strofe strettamente tradizionali. Informazioni: Municipio tel. 0536 75119
Riolunato
Maggio delle anime purganti / terza domenica di maggio. A Riolunato si ha anche una versione “religiosa” dei canti maggio. La questua raccoglie offerte per le anime del purgatorio. Informazioni: Municipio tel. 0536 75119
Giugno – Luglio – Agosto
Spilamberto
Fiera di S. Giovanni / terza settimana di giugno. Il cuore della antica fiera ruota intorno alla tradizione dell’Aceto Balsamico Tradizionale. Informazioni: Municipio tel. 059 789911
Modena
Settimana estense / Ultime due settimane di giugno. Grandi rievocazioni storiche incentrate sui tre secoli dello splendore del Ducato Estense. Cortei, banchetti, spettacoli,
danze, mostre e soprattutto alcune sfide secondo antiche regole: ricordiamo quella del Calcio storico e quella della Quintana. Informazioni: assessorato allo sport tel. 059 206707, IAT 059 206660
Pievepelago
Infiorata/ In occasione processione Corpus Domini. Una classica “infiorata “ del Corpus Domini con ricche raffigurazioni e decorazioni fatte con petali di fiori. Informazioni: tel, 0536 71304, 0536 71322
Frassinoro
Rassegna del Maggio Drammatico / Luglio – Agosto. Frassinoro è uno dei “paesi del Maggio” luogo privilegiato di questa particolarissima tradizione ancora molto viva tra i monti del Reggiano e Modenese. Anche qui grandi rappresentazioni all’aperto con diverse compagnie. Informazioni: Municipio tel. 0536 971015
Settembre – Ottobre – Novembre
Savignano sul Panaro
Rievocazione: la Spada dei Contrari/ Terzo sabato e domenica di settembre. Rivive l’atmosfera medioevale in tutto il borgo, centinaia i figuranti in costumi quattrocenteschi
tra cui numerosi giovani che intraprendono combattimenti per vincere “la Spada dei Contrari”. Informazioni: Municipio tel. 059 759911
Finale Emilia
Finalestense/ seconda settimana di settembre. Si tratta di una grande manifestazione particolare per la cura della organizzazione e spettacolare per il coinvolgimento di tutto
il paese. Molte centinaia i figuranti in costume che rievocano un atto storico risalente al 1521. Informazioni: Municipio tel.0535 788111
Bologna
Dicembre – Gennaio – Febbraio
San Giovanni in Persiceto
Carnevale: Sfilata carri allegorici / ultime due domeniche di Carneval. Un carnevale cittadino con diversi carri allegorici, uno dei quali deve aprirsi all’improvviso e trasformarsi per provocare lo stupore degli spettatori. Informazioni: Municipio tel. 051 6812701
Lizzano in Belvedere
Rituale laico: Donviccia/ Epifania. I “donviccia” sono i doni della vecchia, della befana, che qui è festeggiata con canti di questua che i giovani del paese eseguono di casa in
casa. Informazioni: Ufficio informazioni tel. 0534 53159, Municipio tel. 0534 51052
Pianaccio di Lizzano
Le Fasgelle / Vigilia di Natale. Le “Fasgelle” sono grossi tronchi che vengono trasformati in gigantesche torce che illuminano Gesù Bambino. La notte della vigilia bruciano per
alcune ore. Informazioni: Ufficio informazioni tel. 053453159, Municipio tel. 0534 51052
Marzo – Aprile – Maggio
Bologna
Processione delle arcate/ Sabato precedente l’Ascensione. La più sentita e importante celebrazione religiosa dellacittà che vede un suggestivo percorso professionale della
veneratissima Madonna di S. Luca custodita nel famoso Santuario che domina la città. Informazioni: info turistiche tel. 051 6142340, 051 246541
Imola
Lume a Marzo/ Primo marzo. Far “lume a marzo” consisteva nell’accendere fuochi di benvenuto alla primavera; a Imola, così come in buona parte della Emilia meridionale e
della Romagna questa tradizione è ancora viva. Informazioni: Municipio tel. 0542 602111, IAT 0542 602207
Monteveglio – località Oliveto
Festa della saracca/ seconda domenica di marzo. La “saracca” è l’aringa secca, un cibo rituale che in gran parte d’Europa rappresenta il mangiar magro della quaresima; qui
a Oliveto si tiene ancora l’arcaico funerale della “saracca” con tanto di corteo e sepoltura. Informazioni: Municipio tel. 051 6702711
Giugno – Luglio – Agosto
Castel del Rio
Feste rinascimentali/ metà luglio. Il ricco rinascimento del castello rivive con oltre 400 figuranti, nel rogo della strega e nel competitivo Palio del Biroccio, una corsa con i locali
carri agricoli. Informazioni: organizzazione tel. 0542 95719
Casalecchio di Reno
Festival dei Cantastorie / Ultimi sabato e domenica di luglio. Un festival che dal 1982 raccoglie tutti i cantastorie d’Italia:un momento privilegiato per conoscere questa antica
arte di piazza. Informazioni: Municipio tel. 051 598235
Settembre – Ottobre – Novembre
Medicina
Festa del Barbarossa/ Seconda domenica di settembre. La grande rievocazione si rifà ad una leggenda che riguarda la sosta dell’imperatore Barbarossa caduto ammalato proprio a Medicina: oggi per festeggiare la magica guarigione(da cui il nome Medicina) si fa gran festa con cortei, spettacoli, gran tavolate e con il guerresco “Palio della Serpe”. Informazioni: tel. 051 6979111
Pianoro
Festa della Madonna delle Formiche/ Prima domenica di settembre. Uno strano fenomeno biologico fa da sfondo a questa festa: enormi sciami di formiche alate vengono qui a morire in questi giorni. Non ci si spiega il perché. Informazioni: tel. 051 744026
Ravenna
Dicembre – Gennaio – Febbraio
Faenza
Nott de bisò/ 5 gennaio. La notte della Epifania viene bruciato in piazza il fantoccio del Niballo che è stato protagonista del palio tenuto nel giugno precedente. In quella occasione si beve il vin brulè e si dice “ bi so” che significa “bevete su”. Informazioni : tel. 0546 25231, Ufficio Turismo tel. 0546 691295, Ufficio Cultura tel. 0546 691651
Cervia
La Pasquella / 5 – 6 Gennaio. Uno dei rituali più tipici della Romagna con i Re magi in costume, canterini e suonatori che di casa in casa cantano strofe di questua e di augurio. Informazioni: IAT tel. 0544 993435
Conselice
Carnevale di S.Grugnone / primo giorno di quaresima e seconda domenica. E’ bizzarra l’origine di questo carnevale che risale al 1919 ed è dedicato ad un santo del tutto inventato. Informazioni: organizzazione tel.0545 88067
Marzo – Aprile – Maggio
Cotignola
Festa della Segavecchia / (mezza quaresima). Questa di Cotignola è una delle grandi feste della Segavecchia di Romagna. Si brucia il grande fantoccio della Vecchia con significato purificatorio. Informazioni: Pro Loco tel. 0545 42182, 339 2709721
Cervia
Sposalizio del mare/ Prima domenica Ascensione. Un rito marinaro molto antico e molto interessante: L’origine risale al 1445 quando la barca del i Vescovo Pietro Barbo fu investita da una tempesta: il lancio dell’anello in mare lo salvò. Oggi si lancia ancora l’anello, c’è un corteo di barche storiche e si tengono gran festeggiamenti. Informazioni: IAT tel. 0544 993435
Castel Bolognese
Sagra di Pentecoste / dal Mercoledì al Lunedì nella settimana di Pentecoste. Una sagra antica che mantiene aspetti tradizionali e spettacolari di primordine: sette antichi carri agricoli vengono riccamente allestiti e addobbati dalle varie parrocchie con i prodotti della terra e sfilano per la città. Informazioni: organizzazione tel. 0546 55604-54415
Casola Valsenio
Festa di primavera/ Ultimi sabato e domenica di aprile. Una festa di primavera con l’abbruciamento del fantoccio della Vecchia e la sfilata di carri con quadri statici ben allestiti. Informazioni: Pro Loco tel. 0546 73033, Ufficio turistico tel. 0546 73936
Lugo
Palio della caveja di S.Francesco / metà maggio. Le origini della festa dedicata a S. Francesco di Paola si perdono nel tempo, oggi i festeggiamenti si sono arricchiti di rievocazioni storiche tra cui il singolare palio della “caveia” che vede impegnati i quattro rioni in un impegnativo tiro alla fune incrociato. Informazioni: Ufficio Turismo tel. 0545 38410 – 38561
Giugno – Luglio – Agosto
Faenza
Palio del “niballo”/ Ultima domenica di giugno. Certamente uno dei Palii più famosi e spettacolari dell’Emilia-Romagna. I cavalieri devono colpire un fantoccio che ha le fattezze e il costume di un moro, appunto il Niballo, il cui nome sembra derivare addirittura da Annibale. Informazioni: organizzazione tel. 0546 691651
Brisighella
Feste medioevali/ tra fine giugno e luglio. Uno dei primi e più importanti “festival Medioevali” italiani. Grandissima spettacolarità degli eventi teatrali e degli allestimenti, grande cura scientifica delle ricostruzioni, dei convegni e mostre. Informazioni: Brisighella Medioevale SRL tel. 0546 81706
Settembre – Ottobre – Novembre
Russi
Fira di sett dulur, Fiera dei sette dolori / Terza domenica di settembre. Una fiera che nel 1600 nasce a lato delle celebrazioni della Addolorata volute dalla Confraternita dei Sette Dolori. Oggi ha tutti gli ingredienti di una grande fiera tradizionale Informazioni: Municipio tel. 0544 587611 – 587641
Forli – Cesena
Dicembre – Gennaio – Febbraio
Meldola
La pasquella/ 5 gennaio. Nelle province di Forlì e di Ravenna sono diverse le località dove ancora si canta la Pasquella. A Meldola la tradizione si è sempre mantenuta e il canto è quello antico. Informazioni: Chiesa di san Nicola tel. 0543 491636, Pro Loco tel. 0543 493492
Cesenatico
Presepe della marineria/ da inizio dicembre. Un suggestivo presepe è allestito sulle bellissime barche tradizionali che si trovano nel porto canale. Informazioni: IAT tel. 0547 673287
Predappio
Presepio della solfatara/ 24 dicembre. Immaginate cosa può essere un presepe allestito nelle vecchie cave di zolfo locali. Informazioni: Chiesa di S.Maria Assunta tel. 0543 922323, Pro Loco tel. 0543 922787
Meldola
Presepio vivente/ 26 dicembre – 6 gennaio. Ricca rievocazione della Natività di Cristo alla quale prendono parte circa 60 figuranti. Il 6 gennaio i Re Magi con i “Pasqualotti” si recano a rendere omaggio al bambino e distribuiscono doni. Informazioni: Pro Loco tel. 0543 490647
Marzo – Aprile – Maggio
Forlimpopoli
Festa della “segavecchia”/ Giovedì di mezza quaresima e fine settimana. La più conosciuta delle feste romagnole dedicate alla Segavecchia. Oggi è diventata una grande fiera ma resta il nucleo centrale con il fantoccio della Vecchia che viene prima segato e poi bruciato. Informazioni: organizzazione tel. 0543 743082, Municipio tel. 0543 74911
Rocca San Casciano
Fuochi di marzo/ Fine marzo, primi di aprile. La più bella festa dei “fuochi di marzo” della Romagna. Due grandi falò vengono accesi sulle due sponde del fiume, vince il fuoco più grande e che si spegne per ultimo. Informazioni: Municipio tel. 0543 960124
Portico di Romagna
Processione in costume del Venerdì Santo. Una processione del venerdì santo “classica” di gran suggestione, con statue e personaggi in costume. Informazioni: Municipio tel. 0543 967047
Civitella
Via Crucis/ Domenica delle Palme. Si tratta di una complessa rappresentazione che in una dozzina di quadri riccamente ricostruiti rievoca tutte le fasi della Passione. Più di 120 i figuranti. Informazioni: Municipio tel.0543 984311, tel. 0543 983226
Giugno – Luglio – Agosto
Cesenatico
Palio della cuccagna dell’Adriatico/ Terzo sabato di luglio. E’ una bella gara tradizionale che consiste nella arrampicata di baldi giovani su un albero della cuccagna cosparso di grasso e messo obliquo sul canale Informazioni: IAT tel. 0547 673287
Settembre – Ottobre – Novembre
Terra del Sole
Rievocazione storica: Palio di santa Reparata/ Prima domenica di settembre. Un palio che si tiene in uno dei centri storici più belli di queste terre, “città ideale” di Terra del Sole edificata dal granduca di Toscana proprio ai confini con la Romagna. Si sfidano i due quartieri “romagnolo” e “toscano” in cui è diviso il paese. Informazioni: Pro Loco tel. 0543 766766
Bertinoro
Festa dell’ospitalità/ Prima domenica di settembre. Un antico rito rivive ogni anno intorno alla colonna delle anella, dove si ha la rievocazione storica e il sorteggio di illustri ospiti presso le varie famiglie della città. Informazioni: Comune tel. 0543 469217
Terra del Sole
La Fugarena / terza domenica di novembre. Un grande falò viene acceso in piazza per scongiurare una brutta invernata. Informazioni: Pro Loco tel. 0543 766766
Rimini
Dicembre – Gennaio – Febbraio
Montefiore Conca
Presepe Vivente / 24 dicembre e periodo natalizio. Il castello e il borgo medioevale sono una cornice decisamente suggestiva per l’ambientazione di un grande presepe con oltre cento figuranti. Informazioni: Municipio tel. 0541 980035
Marzo – Aprile – Maggio
Morciano di Romagna
Fiera di S. Gregorio / tutta la settimana intorno al 12 marzo. Gran fiera di inizio primavera: uno degli appuntamenti tradizionali di tutte le vallate circostanti del Riminese e del Montefeltro. Mercato del bestiame e dei cavalli. Informazioni: Municipio tel. 0541 851911
Montefiore Conca
Processione in costume del Venerdì Santo. Una processione con figuranti in costume che si sviluppa in uno dei borghi medioevali più integri del Riminese. Mai interrotta dalla sua antica origine. Numerosi gli aspetti arcaici e spettacolari. Informazioni: Municipio tel. 0541 980035
Montegridolfo
Via Crucis del venerdì santo. Da diversi anni è stata ripresa questa tradizione che vede una processione in costume e fiaccole nella suggestiva cornice del borgo antico. Informazioni: Municipio tel. 0541 855054
Giugno – Luglio – Agosto
Verucchio
Feste dei Malatesta e Parata di agosto/ intorno al 15 agosto. Medioevo e Rinascimento che non rivivono solo nelle pietre della Rocca e nelle opere d’arte di Verucchio ma anche in questi ricchi festeggiamenti con spettacoli, banchetti, combattimenti. Informazioni: Pro Loco tel. 0541 670222
Mondaino
Rievocazione storica: Palio del Daino / agosto. Un palio che negli ultimi anni ha reso famoso questo bel paese medioevale nelle terre della Signoria dei Malatesta. Il borgo per alcuni giorni torna indietro di secoli. Ottimi gli allestimenti e gli spazi recuperati per la festa collettiva. Informazioni: Municipio tel.0541 981674
Saludecio
Ottocentofestival / fine luglio inizio agosto. Un famoso “Festival” di spettacoli, cucina, mostre, concerti dedicati al 1800. Numerose le iniziative che riguardano le tradizioni popolari locali. Informazioni: Municipio tel. 0541 981621
Settembre – Ottobre – Novembre
Terra del Sole
Sant’Arcangelo di Romagna
Fiera di san Martino/ Seconda domenica di novembre. Una delle più grandi fiere di Romagna famosa anche con il nome di “fiera dei becchi” ovvero fiera dei “cornuti”. Diversi gli aspetti tradizionali che si sono mantenuti. Informazioni: organizzazione tel. 0541 53294 – 624270

>> I numeri telefonici segnalati sono passibili di variazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *