Dove andare in Vacanza? Natale, Pasqua o estate

A NATALE
In questo periodo mete ideati per una vacanza tutta sole e relax sono le località di mare del nordest del Brasile, con Salvador de Bahia in testa, mentre le acque del mare di Rio sono ancora fresche. Sotto l’albero mettete anche le Maldive e la costa occidentale della Thailandia. Nel Continente Nero, via libera a Capo Verde la cui temperatura èpiù fresca rispetto al resto dell’anno per la presenza di brezze marine. Le coste del Marocco, così come il Mar Rosso (specie il versante egiziano di Sharm el-Sheikh) sono ancora troppo fredde, mentre il semaforo è verde per una crociera sul Nilo. Per un viaggio itinerante, il Capodanno si festeggia con un trek in un Paese del centro America, come il Guatemala o il Peru, oppure in uno Stato del sud degli Usa come la Florida. Chi preferisce l’avventura, invece, può tranquillamente partire alla volta della Terra del Fuoco, in Argentina. È un’ottima stagione anche per un passaggio in India, ma non per le zone himalayane degli Stati del Kashmir, del Ladakh, del Sikkim e il nord dell’Assam, dove le temperature sono troppo rigide. Il turista appassionato di archeologia, in questo periodo si troverà bene in Giordania, Siria, Yemen e Iraq, perché il clima di giorno è abbastanza fresco, anche se in valigia bisogna mettere un maglione pesante, a causa delle rigide temperature notturne.

A PASQUA
In genere le mete balneari indicate per il periodo natalizio vanno bene anche a Pasqua, specie quando questa festività cade di marzo. Belle giornate soleggiate ma non afose le offrono Florida e Bahamas. Ad aprile termina la stagione migliore per le piccole Antille. A marzo clima secco e non torrido si trova nelle Antille Olandesi (Curacao, Aruba e Bonaire). Tempo di bagni anche sulle coste occidentali della Malesia. L’acqua del mare di Tunisia diventa sempre più calda man mano che si va verso sud, mentre ci si può tranquillamente rosolare al sole di Sharm el~Sheikh, sul Mar Rosso. Per un tour si può spaziare tra alcuni Stati degli Usa meridionali (buisiana o Texas), in Australia occidentale o nell’outback australiano (il grande deserto al centro del continente), in Giordania, in Cina (in particolare Pechino) e in Giappone, dove la fioritura dei ciliegi a kinawa e a Kyunshu, già a fine marzo, annuncia l’arrivo della primavera, stagione meno piovosa dell’estate e nel complesso soleggiata.

IN ESTATE
Per le vacanze balneari estive si possono scegliere tranquillamente tutte le mete mediterranee (Grecia, Italia, Spagna, Croazia, Turchia, Balean), tenendo presente che i mari più caldi sono quelli di Cipro e di Israele. L’acqua delle isole atlantiche (Canarie e Azzorre) raggiunge temperature quasi tropicali in luglio e agosto, mentre le precipitazioni si riducono parecchio. In Africa potete optare per la costa della Tanzania con la vicina isola di Zanzibar, perché qui siamo in piena stagione secca e le brezze marine rinfrescano l’aria. Ad agosto, ma anche a settembre, ideali sono le coste kenyote: questo periodo precede quello caldissimo che va da dicembre a marzo. Buona la stagione – perché poco piovosa e ventilata – anche per le isole dell’oceano Indiano come Madagascar (in particolare la costa occidentale), Réunlon, Seychelìes, Comore e Mauritius. Oppure per le spiagge asiatiche (costa orientale della Malesia e Indonesia), statunitensi (California, anche se la temperatura dell’acqua è poco elevata) e dell’Oceania (Figi, Tahti, Hawaii e Australia settentrionale). Chi preferisce vacanze itineranti può puntare decisamente su nord e centro Europa, dove le giornate sono più lunghe e soleggiate che nel resto dell’anno. La nostra estate è ideale anche per visitare parchi e riserve di Tanzania, Namibia e Kenya, quando in questi Paesi la stagione è secca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *