Bentivoglio (BO) Tutte le novità sull’antica strada romana. L’1 marzo 2019 incontro con archeologi e geologi

Il saggio archeologico realizzato nel 2018 a Castagnolo Minore apre nuove ipotesi sull’antica strada romana rinvenuta a Bentivoglio un paio d’anno fa. Archeologi e geologi ne parlano venerdì 1 marzo 2019 (ore 20.30) al Teatro TeZe

La strada romana di Bentivoglio, risultati delle ultime indagini archeologiche

Intervengono
Tiziano Trocchi, Archeologo Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara

Stefano Cremonini
, Ricercatore in Geologia del Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali, Università degli Studi di Bologna
Moreno Fiorini, Ispettore onorario per l’archeologia della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara

Venerdì 1 Marzo, alle ore 20,30

Teatro TeZe, Via Berlinguer n. 7 a Bentivoglio (BO)
per info 348 7913695

L’area dell’Interporto di Bologna, nel Comune di Bentivoglio, è nota per il ritrovamento di numerosi siti di età pre-romana, romana e medievale. Uno scavo effettuato nel 2016 sotto la direzione scientifica della Soprintendenza di Bologna, collegato alla realizzazione di alcuni nuovi capannoni, ha permesso di ritrovare un’antica strada romana con orientamento Nord/NordEst-Sud/SudOvest.
Nel corso del 2018, grazie alla proficua collaborazione tra Comune di Bentivoglio, Soprintendenza, alcuni importanti sponsor privati e al lavoro di archeologi professionisti e volontari delle locali associazioni di volontariato Hydria e Il Saltopiano, è stato realizzato in località Castagnolo Minore un saggio archeologico su un tratto della stessa strada che ha restituito nuove, importanti informazioni anche di tipo geologico sulla storia, l’evoluzione e l’utilizzo di questo antico percorso.
La strada è stata indagata per circa 200 mq. Le dimensioni e l’accuratezza con cui è stata realizzata fanno pensare a un’arteria di una certa rilevanza, forse interregionale, utilizzata per collegare il comprensorio dell’antica Bononia con le colonie nord-orientali dell’area veneta. I materiali rinvenuti sulla superficie stradale rimandano a una datazione compresa tra il II secolo a.C. e il VI secolo d.C.
L’archeologo Tiziano Trocchi, il geologo Stefano Cremonini e l’ispettore onorario Moreno Fiorini illustrano i dati e le nuove, affascinanti ipotesi scaturite da queste ultime indagini

Ingresso libero

L’iniziativa è promossa da Unione Reno Galliera Comune di Bentivoglio e Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara in collaborazione con HYDRIA Associazione di Promozione Sociale – Archeologia  e Gruppo Archeologico Il SALTOPIANO di San Pietro in Casale, con il sostegno di YOOX NET-A-PORTER GROUP, EmilBanca Credito Cooperativo, Meloncelli Andrea & C., IMA S.p.A, Baschieri Noleggio e Piadineria Birreria Cucina da Angelo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *