Assisi/Perugia/Spoleto: I prossimi appuntamenti della stagione 2019 della rassegna Tourné

Questi i prossimi appuntamenti della rassegna Tourné con le informazioni utili

  • 2 marzo a Spoleto – “Tango Y Nada Mas” della Tango Rouge Company
  • 20 marzo a Perugia – tappa del tour europeo del Circus-Theatre Elysium di “Alice in Wonderland e le geometrie del sogno”
  • 30 marzo ad Assisi – An Evening with Manuel Agnelli, tour che vedrà protagonista in uno spettacolo unico Manuel Agnelli
  • 4 aprile ad Assisi – “Fino a qui – in tour”, tour teatrale dei Tiromancino
  • 8 aprile ad Assisi – “PFM canta De André – Anniversary”
  • 16 maggio ad Assisi –  Angelo Branduardi “The Hits Tour”

“Tango Y Nada Mas”

Le suggestive coreografie di Yanina Quinones e Neri Luciano Piliu

sul palco del teatro Nuovo Gian Carlo Menotti

In cartellone per la stagione Tourné

Sarà il teatro Nuovo Gian Carlo Menotti di Spoleto a ospitare il prossimo 2 marzo (ore 21.00) “Tango Y Nada Mas” della Tango Rouge Company. Lo spettacolo, che rientra nell’ambito della stagione Tourné (promossa da AUCMA e MEA Concerti), vedrà protagonisti Yanina Quinones e Neri Luciano Piliu, che ne hanno anche curato le coreografie, e un cast composto da otto ballerini, accompagnati dalla musica dal vivo della Tango Spleen Orquestra: Mariano Speranza (pianoforte, voce e direzione), Francesco Bruno (bandoneon), Andrea Marras (violino), Elena Luppi (viola), Daniele Bonacini (contrabbasso), Yalica Yo (violoncello e voce).

In scena un tango trasformista che, prima di immergersi nei lustrini del palcoscenico, ha attraversato la polvere delle strade. Un tango che irrompe nei giochi dei bambini, prima di stravolgere le dinamiche di seduzione degli adulti. Un tango che, pur popolando l’Olimpo delle arti, non abbandona mai l’universo del divertimento. Un tango che esprime passione, drammaticità e benessere. Questa la sintesi dello spettacolo di tango argentino “Tango Y Nada Mas”. A fare da sfondo alle esibizioni degli otto ballerini una teatralità delicata, naturale e finalizzata alla costruzione di una narrazione appena accennata: un racconto di crescita del tango, nel tango e per il tango.

Yanina Valeria Quiñones e Neri Luciano Piliù ballano insieme dal 2006. Si formano professionalmente all’Accademia de Estilos de Tango Argentino (ACETA) con rinomati milongueros e maestri, tra cui: Carlos Perez e Rosa, Pupi Castello, Gloria e Eduardo Arquimbau, Gerardo Portalea, Toto Faraldo, Milena Plebs. Partecipano ai Campionati di Tango a Buenos Aires, dove hanno ottenuto il primo posto sia nel Tango Salón sia nel Tango Escenario: Campioni Pre-Mondiali Tango Salón – Escenario nel 2006 / 2007, Campioni nel Tango Escenario del Festival Baradero nel 2007. Nel campionato Mondiale di Tango Salón, nel 2008 hanno ottenuto il secondo posto.

Tango Spleen Orquestra – L’ensemble di tango con base nel nord d’Italia, fondato e diretto dal musicista argentino Mariano Speranza, è già apprezzato come “una delle orchestre di tango più acclamate dell’ultimo periodo”, esibendosi regolarmente in tutta Europa, Asia ed Argentina. Ottiene grande successo in rassegne e teatri del territorio italiano tra cui si ricordano La Società dei Concerti di Milano, Valtidone Festival, Festival Latinoamericando di Milano, I Concerti nel Parco Roma, Suoni entro le Mura di Treviso, Sotto le stelle di Galla Placidia a Ravenna (“Tutti pazzi per il Tango…Spleen”) e L’altro lato del violino a Cremona (“Calorosi applausi per l’ensemble”), e molti altri. Grazie al carattere e alla versatilità artistica del progetto, Tango Spleen abbraccia collaborazioni significative in altri generi musicali. Nel 2014 l’orchestra Tango Spleen accompagna il tenore Marcelo Alvarez nello spettacolo “Tango Alvarez” a Mosca, sorprendendo pubblico e critica: “Giovani virtuosi creano vera magia sul palco!”. Parallelamente sostiene una intensa e riconosciuta attività sulla scena internazionale del Tango: è la rivelazione dell’edizione 2011 del XVIII Festival Nacional de Tango de La Falda in Argentina, ed è regolarmente invitato ad esibirsi come orchestra principale nei festival internazionali di tango, tra cui il Torino Tango Festival (Italia), Trieste Tango Festival (Italia), Montpellier Tango Festival (Francia), Tarbes en Tango Festival (Francia), Tango Rio Festival (Russia), Tango d’Amore (Ucraina), Monte-Carlo Tango Festival (Monaco), Bielefeld Tango Festival (Germania), Misterio Tango Festival Europa (Francia), Innsbruck Tango Festival (Austria), Blackpool Tango Festival (Gran Bretagna), Tango Especial (Paesi Bassi) e numerosi altri. Ha realizzato inoltre importanti tournée, nel 2011 toccando le principali città della Corea del Sud ed in Argentina presso rinomate sale del tango di Buenos Aires e di Cordoba “Bellísimo espectáculo brindado por la orquesta Tango Spleen”. Nel 2013 è invitato ad essere parte di “A passo di tango in onore di Papa Francesco”, spettacolo svoltosi a Roma in omaggio all’insediamento del pontefice, con diretta televisiva e radiofonica su emittenti nazionali ed estere. L’ensemble è la colonna portante della parte musicale di svariati spettacoli che uniscono musica e danza. Dal 2015 al 2017 è in tour presso prestigiosi teatri italiani con la rilettura del capolavoro di Shakespeare “Romeo y Julieta Tango” (regia di L. Padovani, produzione della compagnia Naturalis Labor). Si esibisce in “Tango de mi Buenos Aires” della compagnia Tango Rouge di Yanina Quiñones e Neri Piliu, con oltre cinquanta repliche e due tour internazionali in Russia, Ucraina e Francia. Ha all’attivo la pubblicazione di tre lavori discografici: “Canto para seguir” nel 2015 “un amalgamiento musical y instrumental realmente magnifico” (Radio La 2×4 Buenos Aires), “Típico” per l’etichetta Abeat Records 2011, “Tango Spleen” 2010 che contiene il brano originale “Milonga Schupi” vincitore del concorso nazionale Suoni Senza Confini 2010, promosso dalla Fondazione Pubblicità Progresso, sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana.

Informazioni: www.tourneumbria.it


“Quando stavo da nessuna parte”

Al Capitini di Perugia arriva il monologo satirico di Giorgio Montanini, una sorta di endovena adrenalinica che tenta di scuotere dal sonno profondo

Si aggiunge un nuovo appuntamento all’ampio cartellone in programma per la stagione Tourné (promossa da AUCMA e MEA Concerti): sabato 16 marzo (ore 21.00) a salire sul palco dell’Auditorium Aldo Capitini di Perugia sarà Giorgio Montanini, uno dei protagonisti più apprezzati della scena italiana della stand up comedy, con il nuovo spettacolo “Quando stavo da nessuna parte”.

Lo spettacolo

In che modo si può mascherare una “schiavitù” di fatto, dando la sensazione di vivere in una società libera e in totale libertà? Per prima cosa è necessario illudere le vittime di questo inganno, di essere libere. Come si riesce a spacciare per libertà una vita fatta di orari obblighi scadenze costrizioni e inibizioni? Somministrando una libertà di plastica, concedendo a tutti la possibilità di esprimersi liberamente, sfogare la creatività e sfamando l’ego. Dal dopo guerra in poi, è un pullulare di attori cantanti musicisti pittori e fotografi. L’arte è diventata un prodotto di consumo di massa. Corsi di teatro dizione canto recitazione, tutti corsi frequentati da dopo lavoristi senza talento, tutti illusi di essere liberi. Tutti inconsapevoli di soffocare la rabbia e la frustrazione con palliativi come questi.

A questo trucco, aggiungi il classico “divide et impera”, dividi le istanze di protesta in circoli autoreferenziali ed elitari…ambientalisti, animalisti, vegani, sindacalisti! Tutti divisi ma tutti che sbraitano contro lo stesso nemico. Senza parlarsi. Leggi e convenzioni fanno il resto del lavoro. Imposizioni culturali e di stato che fanno rigare dritto la massa informe di schiavi, massa convinta di essere libera, di essere cool.

La ciliegina sulla torta è la convenzione che mette il lucchetto alla ragione, la legge che non si basa sul ragionamento ma sul credere senza capire. La fede. Fai credere alle persone senza che debbano capire e ci ritroviamo a seguire regole vecchie di duemila anni. La religione come pietra tombale del riscatto culturale. Un progetto articolato che ha reso miliardi di persone un’orda di zombie famelica e irrazionale.

Giorgio Montanini – Stand-up comedian, autore e attore. É uno dei maggiori rappresentanti della stand up comedy in Italia. Nel 2008 è entrato a far parte del gruppo Satiriasi, il primo esperimento italiano di Stand Up Comedy. Nel 2011 ha portato in scena in diversi teatri italiani il suo primo spettacolo dal titolo “Nibiru! e, negli anni successivi, “Un uomo qualunque”. Nel 2013, nel programma di Rai2 #Aggratis!, è stato ospite fisso, nonché autore dei testi della trasmissione. Nel 2014 è stato il protagonista assoluto di Nemico Pubblico su Rai 3, la sua prima trasmissione televisiva. Nello stesso anno, con tutto il gruppo di Satiriasi, ha riscosso grande successo di pubblico su Sky (Comedy Central) con “Stand Up Comedy”, un programma innovativo che ha portato la stand up comedy in tv. Dato il successo, la trasmissione è stata confermata anche nel 2015. Sempre nel 2014, su Rai 3, ha curato la copertina satirica del talk show “Ballarò”, in sostituzione di Maurizio Crozza. Dato il successo registrato nelle prime due edizione è stato nuovamente il protagonista di “Nemico Pubblico”, la terza stagione è andata da giugno a settembre 2016. Per la stagione 2017 è stato tra i protagonisti della trasmissione “Nemo Nessuno Escluso” (Rai 2) e di una lunga tournèe con il suo sesto monologo “Per quello che vale”. Nel 2018 porta in scena il suo settimo monologo satirico “Eloquio di un perdente”, registrando indici di gradimento e successi ancor più grandi dell’anno precedente. Per il live 2019 faranno ritorno alcuni dei suoi più famosi cavalli di battaglia mai andati in tourneè, in aggiunta ad altri pezzi inediti.

Prevendite su circuiti TicketItalia e TicketOne.

Sito ufficiale: www.tourneumbria.it


Al Morlacchi di Perugia in cartellone per Tourné  arriva Alice in Wonderland e le geometrie del sogno

Un progetto artistico sofisticato ed elegante  capace di raccontare l’onirico  tra ginnastica acrobatica, recitazione e danza

 

Arriverà in Umbria il prossimo 20 marzo (ore 21.00) una tappa del tour europeo del Circus-Theatre Elysium di “Alice in Wonderland e le geometrie del sogno”. Lo spettacolo unico al mondo, in cui un cast di trenta atleti acrobati e ballerini professionisti racconterà attraverso la più innovativa delle arti circensi la fiaba di “Alice nel mondo delle meraviglie”, sarà al teatro Morlacchi di Perugia nell’ambito della stagione Tourné, promossa da AUCMA e MEA Concerti.

Basata sulla leggendaria storia di Lewis Carroll, la performance vedrà sul palco i personaggi di Alice, il Cappellaio Matto, il Coniglio, il Gatto del Cheshire e la Regina Nera nella loro interpretazione circense, sullo sfondo di impressionanti e suggestive scene 3D. La storia di Alice si arricchisce anche nella linea dell’amore. La ragazza si innamora infatti del Principe Azzurro ma, per coronare il loro sogno romantico, entrambi dovranno superare ostacoli inimmaginabili.

Il Circus-Theatre Elysium è stato fondato nel 2012. Un circo collettivo che abbraccia i più esperti produttori, i migliori registi e attori. Tutto è iniziato con pochi numeri, riuniti sotto il titolo “Fairytale Show”. Sold-out in Francia, ha preso vita in “Alice in Wonderland”, applaudito oggi non solo in Ucraina, ma anche in Russia, Bielorussia, Francia e Cina. Un progetto artistico nato dall’ispirazione di Oleg Apelfed, capace di raccogliere intorno a sé un cast di professionisti di respiro internazionale, che ha dato vita a un circo moderno, mostrandone per primo le mille sfaccettature e le possibilità di rappresentazione scenica. Progetto portato avanti anche grazie a Maria Remneva, direttrice del Circo Nazionale dell’Ucraina che, con oltre vent’anni di esperienza, ha vinto molteplici premi tra cui tre medaglie d’oro e vincitrice della competizione internazionale degli artisti circensi a Parigi.

Promo video: https://www.youtube.com/watch?v=5vUR0J1vQUI

Prevendite su circuiti TicketItalia e TicketOne.

Informazioni: www.tourneumbria.it


Parte da Assisi, in anteprima nazionale, il nuovo tour di Manuel Agnelli

Sul palco, nell’unica data in Umbria, un racconto intimo tra musica e parole

Oltre 500 i biglietti già venduti

Sarà il teatro Lyrick di Assisi a ospitare il prossimo 30 marzo (ore 21.00) l’anteprima nazionale e unica data in Umbria di An Evening with Manuel Agnelli, tour che vedrà protagonista in uno spettacolo unico Manuel Agnelli che, tra musica e parole, si racconterà al pubblico.

Sul palco, brani tratti dall’ormai trentennale repertorio di “Afterhours”, in versioni totalmente inedite, si alterneranno a cover dense di significati per il suo percorso musicale, a brani strumentali di varia estrazione di genere, e a quelle letture che hanno ispirato la sua poetica e i capisaldi del suo racconto. Manuel Agnelli sarà accompagnato in scena da Rodrigo D’Erasmo, violinista, polistrumentista e arrangiatore, suo sodale ormai da molti anni in numerosissimi progetti. “An evening with Manuel Agnelli” sarà un’occasione irripetibile per ritrovare o scoprire un lato artisticamente più intimo di uno dei personaggi più iconici della contemporaneità musicale del territorio nazionale.

L’appuntamento, anteprima indoor della decima edizione del Riverock Festival, è promosso da Associazione Culturale Riverock in collaborazione con Zona Franca Spettacolo e teatro Lyrick. Informazioni: www.teatrolyrick.com

Prevendite su circuito TicketOne.


Al Lyrick di Assisi arriva una tappa di “Fino a qui – in tour”

Sul palco i Tiromancino presenteranno l’ultimo progetto discografico “Fino a qui” insieme a celebri brani del loro repertorio in una veste unica e totalmente rivisitata che vede la straordinaria partecipazione dell’Ensemble Symphony Orchestra diretta dal maestro Giacomo Loprieno

comunicato stampa

Farà tappa anche al teatro Lyrick di Assisi il prossimo 4 aprile, nell’ambito della stagione Tourné (promossa da AUCMA e MEA Concerti), “Fino a qui – in tour”, tour teatrale dei Tiromancino.

I Tiromancino regaleranno al pubblico un imperdibile spettacolo presentando live, in una versione unica e originale, il loro ultimo progetto discografico “Fino a qui”, prodotto da Trident Music, ed eseguendo molti celebri brani del loro repertorio. Per la prima volta, infatti, Federico Zampaglione e la sua band sono accompagnati dall’Ensemble Symphony Orchestra, una delle orchestre più conosciute nel panorama artistico nazionale che vanta anche la collaborazione con numerosi artisti di fama internazionale (Sting, Kylie Monogue, Robbie Williams, Sam Smith, Luis Bacalov e molti altri). L’orchestra è diretta dal maestro Giacomo Loprieno. Sul palco: Federico Zampaglione (voce e chitarra), Antonio Marcucci (chitarra elettrica), Francesco “Ciccio” Stoia (basso), Marco Pisanelli (batteria e percussioni) e Fabio Verdini (pianoforte e tastiere).

L’album “Fino a qui” (Sony Music Italy), attualmente disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming, è composto da quattro brani inediti (tra cui la hit “Noi Casomai”) e dodici tra le canzoni più significative della band risuonate, riarrangiate e reinterpretate da Federico Zampaglione insieme a grandi nomi della musica italiana. Prodotto e arrangiato da Federico Zampaglione e Antonio Marcucci, l’album vanta la partecipazione di Jovanotti, Alessandra Amoroso, Tiziano Ferro, Biagio Antonacci, Giuliano Sangiorgi, Elisa e Mannarino, Alborosie, Fabri Fibra, Thegiornalisti, Calcutta, Luca Carboni. Presente nel disco anche un cameo della piccola Linda, figlia di Federico.

I biglietti dei concerti di Assisi saranno disponibili dalle ore 14.00 di oggi (31 gennaio) su circuito TicketOne. RTL 102.5 è la radio media partner ufficiale del tour.

Sito ufficiale: www.tiromancino.net

Informazioni: www.tourneumbria.it


“PFM canta De André Anniversary”

A quarant’anni dall’uscita di “Fabrizio de André e PFM in concerto”

e a venti anni dalla scomparsa del poeta

la Premiata Forneria Marconi arriva al teatro Lyrick di Assisi il prossimo 8 aprile

in cartellone per Tourné

Sul palco l’abbraccio tra il rock e la poesia

In occasione del quarantennale dei live “Fabrizio De André e PFM in concerto” e a vent’anni dalla scomparsa del poeta, PFM – Premiata Forneria Marconi, tornerà sui palchi di tutta Italia con “PFM canta De André – Anniversary”, un tour organizzato da D&D concerti con il patrocinio morale della Fondazione Fabrizio De André, per celebrare il fortunato sodalizio con il cantautore genovese e riproporre una serie di concerti dedicati a quell’evento. “PFM canta De André – Anniversary” farà tappa al teatro Lyrick di Assisi, nell’ambito della stagione 2018/2019 Tourné – promossa da AUCMA e MEA Concerti – il prossimo 8 aprile. Per rinnovare l’abbraccio tra il rock e la poesia, alla scaletta originale saranno aggiunti anche brani tratti da “La buona Novella”, e sul palco salirà una formazione spettacolare con due ospiti d’eccezione: Flavio Premoli (fondatore PFM), con l’inconfondibile magia delle sue tastiere, e Michele Ascolese, chitarrista storico di Faber.

Fabrizio disse: “La nostra tournée è stata il primo esempio di collaborazione tra due modi completamente diversi di concepire e eseguire le canzoni. Un’esperienza irripetibile perché PFM non era un’accolita di ottimi musicisti riuniti per l’occasione, ma un gruppo con una storia importante, che ha modificato il corso della musica italiana. Ecco, un giorno hanno preso tutto questo e l’hanno messo al mio servizio…”.

PFM canta De André – Anniversary arriva dopo l’intenso tour mondiale che ha riscosso un travolgente successo dal Giappone alle Americhe passando per il Regno Unito, per poi fare tappa nel nostro paese durante tutta l’estate. Durante i concerti, oltre ai più grandi successi del suo vastissimo repertorio, PFM ha presentato anche brani tratti dal nuovo album “Emotional Tattoos” (uscito in tutto il mondo il 27 ottobre, per InsideOutMusic/SonyMusic). Il 13 settembre PFM è stata premiata  a Londra come “Band internazionale dell’anno” ai Prog Music Awards UK 2018. La band è stata invitata, per la terza volta, a salire a bordo della “Cruise to the Edge” (CTTE) che partirà a febbraio da Tampa. PFM – Premiata Forneria Marconi è l’unico artista italiano che parteciperà all’evento insieme alle più grandi prog band del mondo, capitanate degli YES. PFM Premiata Forneria Marconi è un gruppo musicale molto eclettico ed esuberante, con uno stile distintivo che combina la potenza espressiva della musica rock, progressive e classica in un’unica entità affascinante. Nata discograficamente nel 1971, la band ha guadagnato rapidamente un posto di rilievo sulla scena internazionale, entrando nel 1973 nella classifica di Billboard (per “Photos Of Ghosts”) e vincendo un disco d’oro in Giappone. Continua fino ad oggi a rappresentare un punto di riferimento. Lo scorso anno PFM è stata premiata con la posizione n. 50 nella “Royal Rock Hall of Fame” di 100 artisti più importanti del mondo, mentre nel 2018 ha ricevuto il prestigioso riconoscimento come “Band internazionale dell’anno” ai Prog Music Awards UK.

Prevendite su circuiti Ticketitalia e Ticketone a partire da mercoledì 19 dicembre.

Sito ufficiale: www.pfmworld.com

Informazioni: www.tourneumbria.it


Quaranta anni di musica

nel “The Hits Tour” del “menestrello italiano”

Angelo Branduardi

arriva sul palco del Lyrick di Assisi

per Tourné 2018/2019

Dopo due anni di straordinari sold out sia in Italia che all’estero, anche per il 2019 Angelo Branduardi porterà la sua musica evocativa al pubblico di mezza Europa. Il “menestrello italiano” arriverà anche al teatro Lyrick di Assisi con una tappa del “The Hits Tour” il prossimo 16 maggio (ore 21.00), nell’ambito della stagione Tourné 2018/2019 (promossa da AUCMA e MEA Concerti). Branduardi già da tempo asseconda la sua versatilità in campo musicale, presentandosi al pubblico con concerti basati su diverse formazioni. Può così passare con grande facilità dall’esecuzione in duo del repertorio di musica del passato, che fa parte della sua collana “Futuro Antico”, alla classica formazione folk-rock, con basso e batteria. Se nel primo caso si assiste ad un concerto “all’insegna del “meno c’è più c’è”, un viaggio intimo alla “una ricerca della magia dei suoni”, nel secondo caso l’artista ripercorre tutta la sua travolgente e lunga carriera, costellata da grandi successi.

Accompagnato da Fabio Valdemarin alle tastiere, Antonello D’Urso alle chitarre, Stefano Olivato al basso e Davide Ragazzoni alla batteria, Angelo Branduardi riporta così sul palco quel mondo musicale e creativo che, attingendo dalle leggende popolari e ai suoni del passato, lo ha reso unico sulla scena musicale italiana e internazionale. Le sue canzoni, capaci di fondere mirabilmente musica e poesia, affondano a piene mani nella spiritualità, elemento fondamentale che per Branduardi rappresenta “il tentativo di guardare al di là della porta chiusa, di scorgere ciò che non c’è ma che si vorrebbe che ci fosse”. Il “violinista che per combinazione ha scritto anche parole e musica”, come ama definirsi lui stesso, torna dunque sulle scene mettendo in scaletta i brani più amati del suo repertorio, da “Si può fare” a “Confessioni di un malandrino”, da “La pulce d’acqua” all’immortale “Alla Fiera dell’Est”. Tutti grandi successi che hanno arricchito gli ultimi quaranta anni di musica italiana.

Prevendite su circuiti TicketItalia e TicketOne.

Informazioni: www.tourneumbria.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *