Trento-Monte Bondone: La leggendaria Charly Gaul, 6 – 8 luglio 2018

Charly Gaul monte bondone trentoCome tutte le narrazioni degne di essere raccontate quella de “La Leggendaria Charly Gaul”, dal 6 all’8 luglio a Trento e dintorni, parte da un’impresa che definire “epica” parrebbe riduttivo… quella che l’8 giugno 1956 consegnò all’Olimpo del ciclismo l’Angelo della Montagna, il lussemburghese Charly Gaul. L’evento trentino quest’anno prevede il consueto ‘menù’ fra la cronometro di Cavedine, “La Moserissima” intitolata alla famiglia Moser, con Aldo Moser ad essere uno dei pochi a sfilare sul traguardo anche in quella tappa da tregenda, e chiudendo con i percorsi di 141 km e 4000 metri di dislivello e di 57 km e 2000 metri di dislivello de “La Leggendaria Charly Gaul”.

Info: www.laleggendariacharlygaul.it


TRE GIORNI CON “LA LEGGENDARIA CHARLY GAUL”
DOMANI si parte DA CAVEDINE (TN) con il
Campionato Italiano cronometro individuale
Under 23 E I Master UCI Gran Fondo World Series

13ᵃ “La Leggendaria Charly Gaul – UCI Gran Fondo World Series”
Campionato Italiano 2018 cronometro individuale Under 23 e Master UCI Gran Fondo World Series
Presente il campione italiano in carica Paolo Baccio
sabato “La Moserissima” e domenica alla “Charly Gaul” Trento accoglierà i ciclisti trapiantati dell’Euregiotour

Tredicesima edizione de “La Leggendaria Charly Gaul – UCI Gran Fondo World Series” ai nastri di partenza, col programma del weekend che prevede per domani la cronometro di Cavedine in Valle dei Laghi (TN), prova unica del Campionato Italiano 2018 – cronometro individuale categoria Under 23. Alle ore 17 i primi a scattare saranno proprio gli Under 23, al via con il campione italiano in carica Paolo Baccio, il compagno di squadra del siciliano Davide Masi, il figlio d’arte Alexander Konychev – poiché il padre Dmitri fu uno dei più grandi talenti del ciclismo mondiale, vincitore di quattro tappe al Giro, altrettante al Tour e una alla Vuelta, argento mondiale a Chambery 1989 e bronzo a Benidorm 1992. Ci saranno poi il roveretano Riccardo Lucca, Stefano Oldani, uno dei giovani di maggior talento del panorama ciclistico nazionale, il veronese Marco Negrente, Filippo Simeoni, Emanuele Paolini, Lorenzo Visintainer, il mantovano Edoardo Affini giunto secondo lo scorso anno subito dietro a Baccio, l’altro atleta di Rovereto, il classe 1998 Tommaso Rigatti, il piemontese Matteo Sobrero protagonista nel sudafricano Tour of Good Hope, Samuele Zoccarato, in ottima forma, Antonio Puppio, anche argento mondiale juniores, Luca Coati, Gianluca Vedovelli ed Alberto Giuriato.

Ventenni rampanti che rappresentano parte del futuro ciclistico italiano a due ruote. Poco più tardi toccherà invece ai Master UCI Gran Fondo World Series mettersi in mostra, sulle sponde del Lago di Cavedine fino all’erta conclusiva che condurrà nuovamente nel centro del borgo trentino di Cavedine.

Sabato sarà invece “vintage” grazie a “La Moserissima” dedicata alla famiglia Moser, in compagnia dello “Sceriffo” Francesco, degli storici corridori del passato e di numerosi appassionati.

Non c’è due senza tre, e domenica ci si preparerà alla competizione regina di APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi ed ASD Charly Gaul Internazionale. “La Leggendaria Charly Gaul” sarà suddivisa come sempre nei percorsi mediofondo e granfondo, di 141 km e 4000 metri di dislivello e di 57 km e 2000 metri di dislivello, entrambi con partenza da Piazza Duomo a Trento ed arrivo ai 1654 metri di quota di Vason sul Monte Bondone (iscrizioni online fino a venerdì – sabato e domenica presso l’Ufficio Gare), trasmessa in diretta RAI dalle ore 10.30 alle ore 13.15.

Trento accoglierà anche numerosi ciclisti trapiantati dell’Euregiotour, i quali hanno scelto di inserire “La Leggendaria Charly Gaul” nel proprio tour personale di sport e coraggio.

Per info: www.laleggendariacharlygaul.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *