Torino: “Douceur(s) et Violence(s)”, Quinto appuntamento stagionale di CIRCO IN PILLOLE domenica 25 marzo

Douceur(s) et Violence(s)”

Quinto appuntamento stagionale di CIRCO IN PILLOLE

Stage intensivo di una settimana e direzione scenica a cura di François Juliot


domenica 25 marzo 2018 – ore 21:00

Spazio FLIC, via Niccolò Paganini 0/200, Torino | www.flicscuolacirco.it

Entrata libera fino ad esaurimento posti. La biglietteria apre alle ore 20

CIRCO IN PILLOLE” è la rassegna-tirocinio ideata 15 anni fa dalla FLIC Scuola di Circo di Torino per permettere ai suoi allievi di sviluppare ed allenare la relazione con il pubblico e con il palcoscenico.

Per ogni spettacolo viene organizzato uno stage intensivo di una settimana con un direttore scenico diverso, coadiuvato dal corpo docente della scuola. La direzione di questo Circo in Pillole è del francese François Juliot, danzatore, artista circense e attore di grande esperienza.

Domenica 25 marzo 2018 alle ore 21:00 nel rinnovato Spazio FLIC di via Niccolò Paganini 0/200 a Torino, va in scena “Douceur(s) et Violence(s)”, quinto appuntamento stagionale di “Circo in Pillole”, la rassegna-tirocinio ideata 15 anni fa dalla FLIC Scuola di Circo per permettere agli allievi di mettere immediatamente in pratica e davanti a un vero pubblico il percorso formativo seguito nell’ultimo periodo.

Per ogni Circo in Pillole gli allievi seguono uno stage intensivo di una settimana con il regista prescelto che viene coadiuvato dal direttore artistico Francesco Sgrò e dai docenti Riccardo Massidda e Stevie Boyd.

La direzione scenica di questo quarto Circo in Pillole stagionale è affidata a FRANÇOIS JULIOT, danzatore, artista circense e attore. Si è formato all’Académie Fratellini di Parigi e al Lido di Toulouse. Ha fatto parte della compagnia Les Oiseaux Fous dal 1999 al 2001. È cofondatore della compagnia di circo contemporaneo Rital Brocante e del collettivo G. Bistaki. La sua ricerca si distingue per il rapporto corpo/oggetto, manipolatore di oggetti tra i più originali in Europa. Dal 2005, lavora per le compagnie di danza Lalage e Elyamni a Marsiglia e si afferma come danzatore/attore. Lavora come pedagogo in molte scuole di circo ed è regista di creazioni di circo contemporaneo in Italia e in Francia.

In “Douceur(s) et Violence(s)” si vedrà il risultato di un intensivo laboratorio di una settimana condotto da François sulle nozioni di dolcezza e violenza, due parole che gli artisti circensi conoscono bene, passando le loro giornate costringendo i propri corpi ad aprire una pista dove tutto è possibile e reale, a volte con dolcezza e a volte con violenza.

Il regista spiega così le linee guida del lavoro di formazione:

La violenza viene trattata soprattutto dal punto di vista muscolare, dominante, dinamico e sorprendente per mettere in evidenza l’investimento necessario a superare i normali limiti dell’umano. I ragazzi dovranno concentrarsi sulla dolcezza per contrastare la violenza, per relativizzare così le relazioni e portare ad aperture e speranze per se stessi e per gli altri.

Dolcezza e violenza hanno come punto in comune la penetrazione dello spazio, dell’involucro personale, e il raggiungimento di una profondità legata all’intimo, che può arrivare a toccare i punti vitali fisici ed emotivi.

Avvicinandoci all’assurdo e alla poesia, piuttosto che alla psicologia, l’investimento coreografico di queste due nozioni offrirà un’ampia gamma di composizioni fisiche, differenze ritmiche, intensità di movimento, relazioni e narrazioni”.

Visto il continuo aumento di qualità e preparazione degli allievi provenienti da tutto il mondo, in questa stagione la direzione ha scelto un maggior numero di registi di elevata esperienza in ambito internazionale tra i quali Roberto Magro, Florent Bergal, Piergiorgio Milano, Marianna De Sanctis e lo stesso François Juliot.

Un nuovo sforzo organizzativo e un’ulteriore crescita nell’offerta formativa della FLIC che come sempre pone al centro dei propri obiettivi il continuo miglioramento della formazione professionale dei suoi allievi.

Come sempre, gli allievi partecipano a tutte le fasi di creazione del Circo in Pillole, aiutando lo staff tecnico ed acquisendo così altre competenze per ciò che riguarda l’allestimento scenografico e d il montaggio audio e luci.

I Circo in Pillole coinvolgono la maggior parte degli 83 allievi iscritti al 1° e al 2° anno del “Corso Professionale per l’Artista di Circo Contemporaneo”, al corso “Mise à Niveau” e al “Terzo anno”. Hanno età comprese tra i 18 e i 26 anni e oltre il 60% proviene dall’estero, di cui più della metà da paesi extra-europei. Oltre che da numerose regioni d’Italia, gli allievi provengono da Argentina, Belgio, Brasile, Cile, Colombia, Ecuador, Francia, Germania, Inghilterra, Israele, Lituania, Messico, Paraguay, Polonia, Slovacchia, Spagna, Svizzera, Uruguay e USA.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *