Cividale del Friuli, Palmanova, Aquileia (UD): UNESCO CITIES MARATHON, 25 marzo 2018

UN TRICOLORE PER L’UNESCO CITIES MARATHON: IL 25 MARZO SI CORRERA’ PER IL CAMPIONATO ITALIANO ESERCITO

Prestigioso riconoscimento per l’unica maratona al mondo che collega tre siti tutelati dall’Unesco: Cividale, Palmanova e Aquileia. Alla gara sulla distanza più classica si aggiungeranno, per la prima volta, la Iulia Augusta Run K21 e l’Unesco in Rosa. Passerella anche per roller, nordic walking, Special Olympics e per nuoto, bici e corsa uniti nel Trisport. Incontro tra gli organizzatori e il prefetto di Udine, Vittorio Zappalorto

Un tricolore per l’Unesco Cities Marathon. La 42 chilometri che il prossimo 25 marzo collegherà idealmente Cividale, Palmanova e Aquileia, sarà anche valida come Campionato Italiano Esercito.

L’ha ufficialmente comunicato il generale di divisione Giuseppenicola Tota, capo del V Reparto Affari Generali dello Stato Maggiore dell’Esercito, al presidente dell’Unesco Cities Marathon, Giuliano Gemo.

Per l’unica maratona al mondo che da quest’anno collegherà tre siti tutelati dall’Unesco – Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia – è un motivo di prestigio che va ad impreziosire un evento già ricchissimo di contenuti.

L’Unesco Cities Marathon – unica 42 chilometri a disputarsi in Friuli Venezia Giulia nel 2018 – si svilupperà su un percorso identico a quello delle ultime edizioni: partenza da Cividale del Friuli, antica capitale longobarda, e arrivo nella suggestiva Piazza Capitolo ad Aquileia, cittadina che ovunque offre ai visitatori le tracce dell’antica civiltà romana.

Palmanova, con la scenografica Piazza Grande, oltre a rappresentare l’atteso momento di passaggio per gli atleti impegnati nella maratona, costituirà la località di partenza della Iulia Augusta Run K21, gara che quest’anno, per la prima volta, si svolgerà sulla distanza dei 21 chilometri. Dopo la partenza da Piazza Grande, gli atleti correranno all’esterno delle fortificazioni che cingono la città, per poi immettersi sul percorso della maratona e arrivare anch’essi sul traguardo – congiunto – di Aquileia.

L’Unesco Cities Marathon e la Iulia Augusta Run 21k non saranno gli unici appuntamenti del 25 marzo. Per la prima volta, infatti, nel cartellone dell’evento friulano entrerà anche una manifestazione interamente al femminile: l’Unesco in Rosa. La corsa si svilupperà sulla distanza di 6 chilometri, con partenza da Terzo di Aquileia. Non avendo finalità agonistiche, sarà aperta a tutte le donne. E, anche in questo caso, il traguardo sarà nel cuore di Aquileia.

Corsa, ma non solo. La domenica dell’Unesco Cities Marathon – aperta ai runners, ma pure agli appassionati di Nordic Walking – prevede anche la maratona dei roller, che ha debuttato con successo nel 2017, il Trisport, una gara promozionale di nuoto, bici e corsa su più giornate, e la prova riservata agli Special Olympics, che tanto ha emozionato nelle ultime edizioni.

Un evento così complesso necessita di un’attenta pianificazione dal punto di vista organizzativo. Anche per questo, il presidente dell’Unesco Cities Marathon, Giuliano Gemo, e il project manager Giuseppe Donno hanno incontrato il prefetto di Udine, Vittorio Zappalorto.

Nella riunione, la prima di un lungo tragitto che porterà allo svolgimento della competizione del 25 marzo, si è parlato di viabilità, di volontari e volontariato e delle tante attività collaterali in programma, anche per questa edizione, tra Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia. Non mancheranno neppure iniziative collegate al sociale o dedicate alla sensibilizzazione del grande pubblico su temi delicati come quello del mondo femminile e dell’integrazione.

In occasione dell’incontro, è stata consegnata al prefetto la maglia ufficiale dell’Unesco Cities Marathon e non è esclusa la partecipazione di Zappalorto, runner per passione, in una delle prove podistiche che caratterizzeranno l’edizione 2018 dell’Unesco Cities Marathon.


UNESCO CITIES MARATHON, ANCHE IL PATTINAGGIO E’ PRONTO A DARE SPETTACOLO

Non solo podismo: l’evento che domenica 25 marzo collegherà Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia sarà arricchito anche quest’anno dalla maratona sui pattini. Previste pure due prove su distanze ridotte (16 e 6 km). Organizza lo Skating Club Comina Tecnogroup. Oggi a Pordenone la presentazione ufficiale

L’Unesco Cities Marathon mette le rotelle. Per il secondo anno consecutivo, dopo il successo dell’edizione 2017, la manifestazione che domenica 25 marzo collegherà Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia avrà tra i motivi di maggior richiamo anche la Roller Marathon. Una gara che darà ulteriore lustro ad un evento unico nel suo genere: non esiste infatti altra maratona al mondo che colleghi tre siti – appunto Cividale del Friuli, Palmanova e Aquileia – tutelati dall’Unesco.

La manifestazione è stata ufficialmente presentata oggi all’ex Convento di San Francesco a Pordenone. Oltre ai rappresentanti del comitato organizzatore, sono intervenuti l’assessore allo Sport del Comune di Pordenone Walter De Bortoli, il presidente del Comitato regionale della Fisr (Federazione italiana sport rotellistici) Maurizio Zorni, il presidente del Comitato provinciale della Fidal (Federazione italiana di atletica leggera) Ezio Rover e il consigliere regionale della Fidal, Lucio Poletto.

Unesco Cities Marathon Roller significa maratona sui pattini a rotelle, disciplina in cui l’Italia vanta campioni di livello mondiale e una lunghissima tradizione. La gara sarà organizzata da una società pordenonese, lo Skating Club Comina Tecnogroup, un faro che da quasi 50 anni risplende nel panorama nazionale del pattinaggio corsa.

La risonanza di un evento di pattinaggio all’interno di un palazzetto è limitata, la maratona apre invece orizzonti nuovi – ha commentato il direttore sportivo dello Skating Club Comina Tecnogroup, Selena Pilot -. Grazie all’Unesco Cities Marathon siamo tra le pochissime gare di pattinaggio in Italia a disporre di un percorso in linea di 42 chilometri completamente chiuso al traffico. Abbiamo tantissime richieste di partecipazione, non soltanto dall’Italia, ma dall’intero bacino dell’Alpe Adria”.

Il percorso della Roller Marathon, dedicata ad Agonisti e Master, sarà uguale a quello dei podisti e si andrà a sviluppare lungo i 42 chilometri che separano Cividale del Friuli e Aquileia. I pattinatori delle categorie Allievi e Fitness si sfideranno invece su un tracciato più breve, di 16 chilometri, con partenza da Palmanova e arrivo ad Aquileia. Prevista anche una terza partenza, una Free Roller aperta a tutti, sulla distanza di 6 chilometri, con start da Terzo di Aquileia.

Quella della maratona sui pattini è stata una scommessa vinta l’anno scorso, grazie al fascino di una corsa che, unica al mondo, tocca tre siti tutelati dall’Unesco e all’impegno organizzativo dello Skating Club Comina Tecnogroup – ha aggiunto il presidente dell’Unesco Cities Marathon, Giuliano Gemo, affiancato dal project manager, Giuseppe Donno -. La gara dei roller ha colpito tutti per la sua spettacolarità, in tanti ci chiedono se la riproporremo. Con queste premesse, siamo sicuri che l’evento non potrà che crescere”.

L’Unesco Cities Marathon Roller sarà spettacolo allo stato puro, grazie anche alla velocità – sino a 70 chilometri orari – che caratterizza il gesto tecnico dei pattinatori. Il resto lo farà la scorrevolezza del tracciato dell’Unesco Cities Marathon, insieme al piacere – condiviso tra podisti e pattinatori – di essere protagonisti, per una domenica, di una grande corsa nel cuore della Storia.


UNESCO CITIES MARATHON

In Friuli Venezia Giulia, all’inizio della primavera, si corre l’unica maratona al mondo che collega tre siti appartenenti al Patrimonio Mondiale dell’Unesco: Cividale del Friuli, antica capitale longobarda, Palmanova, la celebre “città stellata”, e Aquileia, centro dalle importanti vestigia romane. Cividale del Friuli, città di partenza della maratona, e Aquileia, che accoglie l’arrivo degli atleti nello stupendo scenario di Piazza Capitolo, distano esattamente 42 chilometri, la lunghezza classica della maratona. Da qui l’idea di una corsa che unisca simbolicamente i due centri, passando anche per Palmanova, capolavoro dell’architettura militare veneziana, entrata a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Unesco il 9 luglio del 2017. La prossima edizione dell’Unesco Cities Marathon – la sesta – si svolgerà il 25 marzo 2018. Quarantadue velocissimi chilometri nel cuore di una delle regioni più affascinanti e ospitali d’Italia.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *