Venezia: 32° Venicemarathon, Domenica 22 ottobre 2017

Domani si corre una 32^ Huawei Venicemarathon da record: quasi 14000 persone al via!

Presentati questa mattina i top runners della maratona: occhi puntati sul beniamino di casa, l’azzurro Eyob Faniel. Diretta su RaiSport dalle 9.30 alle 12.30

Venezia, 21 ottobre 2017 – Sarà una 32^ Huawei Venicemarathon da record quella che si correrà domani. Saranno infatti 8000 i corridori che parteciperanno alla maratona (partenza ore 9.40 da Villa Pisani di Stra) che, uniti ai 5700 che correranno la Garmin 10K (partenza ore 8.30 Parco san Giuliano), hanno concorso a migliorare il primato di partecipanti della Maratona di Venezia. In televisione, 3 ore di diretta – dalle ore 9.30 alle 12.30 – su Raisport.

Domani sarà finalmente l’occasione giusta per veder correre Eyob Faniel, l’eritreo naturalizzato italiano e portacolori del Venicemarathon Club. Faniel che arriva da una stagione positiva, partita con un buon esordio nelle corse campestri, passata attraverso il record personale sulla mezza maratona in aprile a Praga in 1h03’09” ed in maggio con un brillante terzo posto ai Campionati Italiani dei 10000 metri, e culminata poche settimane fa con la prestigiosa vittoria alla Roma Half Marathon via Pacis. Per l’atleta bassanese, la 32^ Huawei Venicemarathon sarà la seconda maratona in carriera, dopo il positivo esordio dello scorso anno alla Firenze Marathon dove arrivò terzo con il tempo di 2h15’39”.

“Sono pronto – ha dichiarato Eyob Faniel – perché ho lavorato davvero bene nelle ultime settimane. Finalmente riesco a correre la Venicemarathon dopo due rinunce all’ultimo momento, e spero di onorarla nel migliore dei modi”.

Sul fronte africano, il miglior accreditato è l’etiope Shami Abdulahi Dawud che vanta un personale sulla distanza di 2h05’42” realizzato a Dubai nel 2012, una vittoria alla Maratona di Amburgo sempre nel 2012 e un terzo posto alla maratona di Toronto nel 2014.

Sul fronte keniano, il più forte sulla carta è Kipkemei Mutai, accreditato del tempo di 2h09’29”. Completano il cast Anthony Kahuthu Wairuri (2h09’48”), David Kiprono Metto (2h12’33”), Kennedy Lagat Kipyego (2h12’38”) e Gilbert Kipleting Chumba. In gara anche l’eritreo Mohammed Nurhusein Mussa, il marocchino Tariq Bamaarouf e lo spagnolo Alberto Garcia.

Tra le donne, torna la vincitrice della scorsa edizione Priscah Jepeting Cherono, la keniana che proprio lo scorso anno a Venezia realizzò il suo personal best correndo in 2h27’41”, quarta prestazione femminile di sempre alla Venicemarathon. Oltre a lei, da segnalare la presenza delle etiopi Kumsa Chaltu Chimdesa (2h30’28”), Sule Utura Gedo (2h34’08”), Meskerem Abera Hunde (2h37’56”) e Aynalem Woldemichael (2h37’07”) e dell’altra keniana Gladys Jepkoskei Kwambai (2h36’14”). In chiave europea ci sarà l’ultramaratoneta croata Nikolina Sustic, mentre per l’Italia le più accreditate sono Maurizia Cunico, quinta lo scorso anno in Riva Sette Martiri e Anna Zilio.

Si correrà anche nella memoria di Claudio Zamengo, uno dei pilastri di questa manifestazione, che si è spento dopo una lunga e incurabile malattia lo scorso aprile. Per ricordare il suo amore per la corsa e soprattutto per la promozione sportiva tra i giovani la moglie e gli organizzatori destineranno una targa all’atleta più giovane tra i primi 10 classificati della maratona.

Una maratona in massima sicurezza

Quest’anno la 32^ Huawei Venicemarathon si correrà con misure speciali di prevenzione da eventuali attacchi terroristici.

Numeri e curiosità

Saranno quasi 14.000 i partecipanti alla 32^ Huawei Venicemarathon, 8.000, di cui 1.664 donne nella Maratona. Senza precedenti la percentuale di donne nella Garmin 10k con 2.716 donne su 5.700 partecipanti.

Nella 42K sono 1.931 gli stranieri e 77 le nazioni straniere presenti. I paesi più rappresentati, dopo l’Italia, sono la Francia (423 iscritti), la Gran Bretagna (353) e il Belgio (107). Le regioni più rappresentate sono, dopo il Veneto, la Lombardia con 872, l’Emilia Romagna 362 e il Friuli Venezia Giulia 292.

Nella Garmin 10K, sono 54 le nazioni straniere presenti. Anche in questo caso è la Francia la nazione più rappresentata con 132 iscritti, seguita dalla Gran Bretagna 109 e la Germania 69. Per quanto riguarda le regioni, dopo il Veneto la Lombardia con 332, il Friuli con 180 e l’Emilia con 109.

Tra i VIP in gara, lo storico inviato di Striscia La Notizia Jimmy Ghione e il pilota di rally Giandomenico Basso saranno entrambi al via della Garmin 10K per correre a favore dell’Associazione Salus Pueri. Nella 42K ci sarà invece l’ex ciclista “pro” russo Sergey Pomoshnikov, il General Manager della Gazprom Renat Khamidulin. Massimiliano Rosolino sarà invece protagonista di una speciale staffetta con Luisa Betti, in arte “ladyrun” per il programma televisivo di Italia 1 “Oltre il Limite – la Sfida”. Attesa alla partenza della Garmin 10K e all’arrivo l’attrice e comica italiana Debora Villa, testimonial Toyota,

Gli atleti più maturi in gara saranno Carlo Vani (classe 1937) e Fiorenza Simion (1943). Tra gli stranieri, il più anziano è il canadese Ken Park (classe 1942) e la francese Marie-Noelle Wille (classe 1945).

Saranno anche quest’anno ben 11 i Fedelissimi che proveranno a completare la loro 32^ edizione. Di seguito i nomi: Adriano Boldrin 1952 (Bojon), Giuliano Barizza 1948 (Mirano), Albino Dotto 1950 (Conegliano), Mirco Piovesan 1961 (Casale sul Sile), Gianfranco Tagliapietra 1951 (Chirignago), Mauro Trevisan 1957 (Cadoneghe), Paolo Bovo 1956 (Noale), Vittorio Fincato 1953 (Marghera), Franco Mason 1950 (Noale), Laudino Mason 1947 (Noale), Valentino Valtorta 1957 (Oggiono).

In televisione
La Huawei Venicemarathon sarà teletrasmessa dalla Rai con tre ore di diretta, dalle 9:30 alle 12:30, sul canale tematico Raisport, visibile sul digitale terrestre (canale 58/canale 57HD), sul satellite (canale 227) e in streaming sul sito www.raisport.it. La regia della diretta è affidata a Pietro Sollecchia, la telecronaca a Franco Bragagna e il commento tecnico di Orlando Pizzolato.

Anche la trasmissione di Rai 2 ”Quelli che il calcio” racconterà la 32^ Hauwei Venicemarathon ”sulla pelle” dell’inviato speciale Francesco Mandelli.

La manifestazione raggiungerà, in tv, oltre 140 paesi stranieri. Grazie alla copertura del gruppo Econet la trasmissione sarà mandata in onda in 48 paesi dell’Africa Sub Sahariana, con Eleven Sports in Belgio, con Espn Sur America Latina in: Argentina, Chile, Bolivia, Paraguay, Uruguay, Perù, Ecuador, Colombia, Venezuela, Nicaragua, Honduras, El Salvador, Guatemala, Messico, Panama, Costa Rica, Repubblica Dominicana, Isole Caraibiche Non-Americane, Guyana, Guyana Francese, Suriname, Belize; con Sky New Zealand in Nuova Zelanda, con Sport 1 Lituania in Lituania e a Malta con Go Malta. Infine, l’Eurovisione domenica sera diffonderà in circa 74 paesi stranieri gli highlights della gara.

Musica e divertimento con Huawei Music Point – ANIMA LA MARATONA
Grazie alla partnership con RDS 100% Grandi Successi, già alle prime luci dell’alba il ritmo raggiungerà gli atleti nella fase del riscaldamento. Dalle 7.00 al Parco San Giuliano, in collaborazione con i trainer di Virgin Active, uno speciale dj set mattutino diffonderà una playlist piena di energia musicale. Al fatidico 30° km ci sarà l’apparizione del gonfiabile RDS che ospiterà un dj-set strutturato per dare da carica e spingere gli atleti a trovare le motivazioni e il ritmo per raggiungere il traguardo.

Lungo il percorso, saranno all’incirca 20 le band di “Anima la Maratona” che contribuiranno ad aumentare lo spettacolo “live” lungo i 42 chilometri del percorso. Questo l’elenco dei gruppi che hanno già confermato: Anghilla, Blue Monkeys, Evershed, Kranke’N’Haus, Out4Beatz, Still Stones, Strawberry Band Forever, The Venexian Rock Experience, Associazione Culturale Musicale “Riviera del Brenta”, Big Cigar, Carlotta Zentilini, Inverted Signals, Powertones, Re Kunta, Be Kind Rewind, Seashare, Meseeks.

Sfilata motociclistica Harley Davidson & Custom Bikes
Sempre alle 9 partirà da Fiesso d’Artico la sfilata motociclistica Harley Davidson & Custom Bikes, organizzata dall’associazione HAMC Venezia.


Oltre 13.000 persone in gara domenica fino a Riva Sette Martiri. Giusy Versace e Alex Zanardi madrina e testimonial dell’evento.

 

Venezia, 18 ottobre 2017 – Mai così tanti a Venezia! La 32^ edizione della Maratona di Venezia, che da quest’anno e per i prossimi tre anni si chiamerà Huawei Venicemarathon, domenica 22 ottobre batterà ogni record di partecipazione. Sono infatti oltre 13.000 le persone che hanno scelto di correre a Venezia: 7.762 ad oggi (77 nazioni straniere) quelli che partiranno da Villa Pisani a Stra per la 42K e 5.700 (54 nazioni straniere) quelli al via dal Parco San Giuliano per la Garmin 10K. Per tutti un unico traguardo: Riva Sette Martiri a Venezia.

La Maratona di Venezia 2017 sarà anche nel ricordo di Claudio Zamengo, uno dei pilastri di questa manifestazione, che si è spento dopo una lunga malattia lo scorso aprile. Il suo amore per la corsa e soprattutto per la promozione sportiva tra i giovani rivivrà nella Garmin 10K, gara nella quale la moglie e gli organizzatori destineranno una targa all’atleta più giovane tra i primi 10 classificati.

Una sottile linea rosa caratterizzerà quest’edizione che sarà dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne, per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa tematica. Non a caso, madrina della Huawei Venicemarathon è Giusy Versace, l’atleta paralimpica, conduttrice televisiva e vincitrice della trasmissione ‘Ballando con le stelle’, che è da sempre molto attiva contro la violenza sulle donne.

La maratona prenderà il via attorno alle 9.40 mentre la Garmin 10K avrà due differenti partenze. La gara competitiva partirà alle 8.30, mentre la 10K ludico motoria si muoverà ad ondate, dalle ore 08:35 alle 8:40. La 32^ Huawei Venicemarathon sarà trasmessa dalla Rai con 3 ore di diretta, dalle 9.30 alle 12.30, sul canale tematico Raisport, visibile sul digitale terrestre (canale 58/canale 57HD), sul satellite (canale 227) e in streaming sul sito www.raisport.it. La regia della diretta è affidata a Pietro Sollecchia e la telecronaca a Franco Bragagna, con il commento tecnico di Orlando Pizzolato, e saranno 140 i paesi stranieri raggiunti.

Domenica sarà finalmente l’occasione giusta per veder correre Eyob Faniel. L’atleta azzurro e portacolori del Venicemarathon Club sarà finalmente al via della 32^ Huawei Venicemarathon.
Un annuncio che ripaga le attese, visto che negli ultimi due anni Faniel avrebbe dovuto debuttare proprio alla Maratona di Venezia ma a causa di due diversi infortuni l’hanno sempre costretto a rinunciare all’ultimo momento.
Sul fronte africano, il miglior accreditato è l’etiope Shami Abdulahi Dawud che vanta un personale sulla distanza di 2h05’42” realizzato a Dubai nel 2012, una vittoria alla Maratona di Amburgo sempre nel 2012 e un terzo posto alla maratona di Toronto nel 2014. Sempre dall’Etiopia arriva anche Mesfin Teshome Bekele (2h09’24” di pb), terzo lo scorso anno alla Maratona di Pechino.
Sul fronte keniano, il più forte sulla carta è Augustine Ronoh Sembri, accreditato del tempo di 2h07’23” ottenuto nel 2012. Completano il cast Mutai Kipkemei (2h09’29”), Anthony Wairuri (2h09’48”) e David Kiprono Metto (2h12’33”).
Tra le donne, torna la vincitrice della scorsa edizione Priscah Jepeting Cherono, la keniana che proprio lo scorso anno a Venezia realizzò il suo personal best correndo in 2h27’41”, quarta prestazione femminile di sempre alla Venicemarathon. Oltre a lei, da segnalare la presenza dell’etiope Kumsa Chaltu Kimdesa (2h30’28”).

Tra i VIP in gara, lo storico inviato di Striscia La Notizia Jimmy Ghione e il pilota di rally Giandomenico Basso saranno entrambi al via della Garmin 10K per correre a favore dell’Associazione Salus Pueri. Nella 42K ci sarà invece l’ex ciclista “pro” russo Sergey Pomoshnikov, il General Manager della Gazprom Renat Khamidulin e il più volte campione mondiale di triathlon Javier Gómez Noya, testimonial di 3M FUTURO™. Massimiliano Rosolino sarà invece protagonista di una speciale staffetta con Luisa Betti, in arte “ladyrun” per il programma televisivo di Italia 1 “Oltre il Limite – la Sfida”.

Alex Zanardi sarà ancora una volta il testimonial dalla “maratona solidale” del Charity Program che ad oggi ha già superato i 50.000 euro. In quest’occasione, Zanardi presenterà Obiettivo 3, il suo nuovo progetto che mira a reclutare, avviare e sostenere concretamente ed economicamente persone disabili che vogliono iniziare ad intraprendere un’attività sportiva. Anche la onlus della Versace, Disabili No Limits, impegnata a regalare protesi e ausili sportivi a persone che vivono in condizioni economiche, rientra tra le 23 associazioni aderenti all’iniziativa.

La Huawei Venicemarathon aderisce a #EnjoyRespectVenezia, la campagna di sensibilizzazione promossa dalla Città di Venezia in occasione dell’Anno Internazionale del Turismo Sostenibile. La Maratona di Venezia, che negli scorsi anni ha persino ottenuto la certificazione “ISO20121 – Sistema di Gestione degli Eventi Sostenibili”, è stata eletta come testimonial del dodecalogo per un turismo responsabile promosso dal Comune di Venezia.

Il territorio veneziano è già entrato nel clima di festa della Venicemarathon con le tre corse dedicate a studenti e famiglie, le Alì Family Run, che si sono già disputate a San Donà di Piave e a Dolo. L’ultima tappa è in programma sabato 21 alle ore 10 al Parco San Giuliano di Mestre. Da venerdì, invece, si entra ufficialmente nel vivo con l’apertura del 27^ Exposport Huawei Venicemarathon Village, con inaugurazione alle ore 11.

La gara è stata presentata questa mattina nella prestigiosa sede regionale Rai di Palazzo Labia a Venezia alla presenza dell’assessore allo sport della Regione Veneto Cristiano Corazzari, dell’assessore al Bilancio del Comune di Venezia Michele Zuin, del generale dei Carabinieri Giuseppe La Gala, dei sindaci di Stra e di Dolo Caterina Cacciavillani e Alberto Polo, da Lindoro Ettore Patriarca Marketing Director Huawei, del presidente del CONI Veneto Gianfranco Bardelle, di Giovanni Corallo vice presidente di FIDAL Veneto, e per il Venicemarathon Club dal presidente Piero Rosa Salva, dal vicepresidente Stefano Fornasier, dal segretario generale Lorenzo Cortesi. Erano presenti anche i consiglieri Claudio Borghello ed Enrico Jacomini.

La 32^ Huawei Venicemarathon è organizzata dal Venicemarathon Club e realizzata grazie all’imprescindibile supporto dei Comuni di Venezia, Stra, Fiesso d’Artico, Dolo e Mira. Fondamentale inoltre, anche quest’anno, il contributo della Regione Veneto, della Città Metropolitana di Venezia, della Prefettura, della Questura, del CONI, FIDAL, CIP e AIMS, della Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare, dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, dei Vigili del Fuoco, della Polizia di Stato, Stradale, delle Telecomunicazioni, e di Frontiera, dei Carabinieri, delle Polizie Municipali, della Protezione Civile del territorio, dell’Istituzione Bosco e Grandi Parchi di Mestre e di tutte le altre Istituzioni e Forze dell’Ordine che da sempre contribuiscono in maniera determinante alla riuscita dell’evento.

Sono sponsor della 32^ Huawei Venicemarathon: Huawei (title sponsor), X-Bionic® (technical sponsor), Karhu (official shoes), Garmin (official timing), ProAction (Sport Nutrition Partner), Official Medical Supllier: Fish Factor e Salvelox, Official Hybrid Car: Toyota, Official Radio: RDS 100% Grandi Successi, Official Sponsor: Acqua San Benedetto, Cetilar, Air France, Fidia Pharma Group, Banco BPM, Nuncas, Virgin Active, Futuro Products, GLS corriere espresso, Supermercati Alì & Aliper, Bavaria, Mondo Convenienza Offical Supplier: Porto di Venezia, APVInvestimenti, Vénezia Unica, Actv, Veritas, Bertoncello, Zuegg, Coldiretti Venezia, Palmisano, Battaglio, Venezia Turismo, Alilaguna, Castellano Vigilianza, Méthode, Groupama Assicurazioni, Interparking, Videa, Cristiano Brussa trasporti group Venezia, Insula, Venezia Terminal Passeggeri, Ireedeem, Media partners: Rai Sport, Exora, Il Gazzettino, Corriere dello Sport, Tuttosport.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.venicemarathon.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *