Almese (TO): La rassegna CAMALEONTIKA presenta “Orti insorti” di Elena Guerrini e “I 4 moschettieri” de I Sacchi di Sabbia, 25 e 26 febbraio 2017

La rassegna CAMALEONTIKA propone un doppio appuntamento
nel fine settimana del 25 e 26 febbraio 2017


“ORTI INSORTI”

di e con Elena Guerrini
sabato 25 febbraio 2017 ore 21:00
Teatro Magnetto, via Avigliana 17, Almese (TO)  |  Ingresso intero € 8,00 / ridotto € 5,00
Un viaggio nel tempo  per riannodare il legame spezzato con la natura, riflettere su come rispettare l’ambiente e coltivare ciò che mangiamo. Una moderna riflessione sul concetto di progresso e sviluppo

“I 4 MOSCHETTIERI IN AMERICA/RADIODRAMMA ANIMATO”

Regia Giovanni Guerrieri e Giulia Gallo con la collaborazione di Giulia Solano | Con la compagnia I Sacchi di Sabbia
domenica 26 febbraio 2017 ore 17:00
Teatro Magnetto, via Avigliana 17, Almese (TO)  |  Ingresso unico € 5,00
Ottant’anni dopo, I Sacchi di Sabbia hanno dato un sequel a “I 4 moschettieri” con questo spettacolo teatrale  che ripropone, in un’inedita sperimentazione visiva, le atmosfere e i personaggi della trasmissione radiofonica più seguita di tutti i tempi

La rassegna ospita MEDICI SENZA FRONTIERE,  presentando in ogni serata iniziative e raccogliendo offerte che andranno a sostenere alcuni loro progetti ed il progetto migrante Black Fabula.

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

Prosegue la rassegna Camaleontika di Almese proponendo, nel fine settimana del 25 e 26 febbraio, un doppio appuntamento per grandi e piccini al Teatro Magnetto: sabato 25 febbraio 2017 alle ore 21 va in scena “ORTI INSORTI”, spettacolo di e con Elena Guerrini che propone al pubblico un viaggio per riappropriarsi della memoria sulla civiltà contadina che sta scomparendo e domenica 26 febbraio 2017 alle ore 17 viene presentato “I 4 MOSCHETTIERI IN AMERICA/RADIODRAMMA ANIMATO”, spettacolo della compagnia I Sacchi di Sabbia che ripropone, in un’inedita sperimentazione visiva, le atmosfere e i personaggi dello storico radiodramma.

SCHEDA SPETTACOLO “ORTI INSORTI”

Uno spettacolo di e con Elena Guerrini – musica dal vivo Gianluca Carta – cura della produzione Davide Di Pierro.
Dalla data del debutto (2009) sono state realizzate oltre 450 repliche in tutto il mondo, con una incursione extra europea negli State a New York
Sinossi:
“Orti Insorti è nato da una ricerca sui ricordi del mi’nonno che era mezzadro”, racconta Elena Guerrini.
Un viaggio per riappropriarsi della memoria, legata alla civiltà contadina, di cui nonno Pompilio ha fatto parte per tutta la vita. Foto vecchie, storie, sogni, visioni, ricordi, finzioni, fantasie, memorie, barzellette, canzoni degli anni 70, bestemmie, racconti e personaggi di paese, alcune cose sono successe davvero, altre succederanno…
Si sorride… Si riflette sul mondo contadino, sulle multinazionali, che tramite il commercio dei semi governano il mondo.
Si viaggia all’interno di un mondo contadino profondamente cambiato nel corso degli anni, un mondo che oggi ci presenta nani da giardino,strade bianche e agriturismi dove prima si allevavano gli animali.
Un viaggio affascinante,dalla Maremma a Pasolini,passando per Vandana Shiva, Fukuoka,Libereso Guglielmi,che era il giardiniere di Calvino.
Piante e parole. Quando e come è meglio seminare il basilico? Aveva ragione il nonno, o il manuale “ L’orto perfetto in 7 giorni”, o la Ines, che dice che la luna deve essere sempre calante e i semi coperti, o le formiche che dei semi di basilico han fatto il loro cibo?
Un piacevole momento per riannodare il legame spezzato con la natura, riflettere su come rispettare l’ambiente, inquinare un po’ meno e coltivare ciò che mangiamo…una moderna riflessione sul concetto di progresso e sviluppo.
Orti Insorti dalla data del debutto ( 2009 ) ha realizzato oltre 450 repliche in tutto il mondo, con una incursione extra europea negli State a New York

SCHEDA SPETTACOLO “I 4 MOSCHETTIERI IN AMERICA/RADIODRAMMA ANIMATO”
testo Giovanni Guerrieri – costruzioni sceniche Giulia Gallo – disegni Guido Bartoli
Con Giulia Gallo, Giovanni Guerrieri, Giulia Solano la partecipazione di Guido Bartoli e le voci di Marco Azzurrini, Gabriele Carli, Paolo Castellano, Enzo Illiano, Carlo Ipata, Matteo Pizzanelli, Federico Polacci, Daniele Tarini
Regia Giovanni Guerrieri e Giulia Gallo con la collaborazione di Giulia Solano
Produzione: Associazione Teatrale Pistoiese/I Sacchi di Sabbia con il sostegno di Regione Toscana “
Sinossi:
Il 18 ottobre 1934 – dieci anni dopo l’inizio ufficiale in Italia delle trasmissioni radiofoniche – andò in onda la prima puntata de I 4 moschettieri «parodia di Nizza e Morbelli con musiche di E. Storaci»: abbinata ad un famoso concorso di figurine sponsorizzato dalla Perugina, la radiorivista (così venne definita ai tempi) si impose in poche settimane come un vero e proprio fenomeno di costume, contribuendo decisamente alla diffusione e alla vendita degli apparecchi radiofonici in Italia. Angelo Nizza e Riccardo Morbelli – i giovani autori piemontesi che la tennero in vita ininterrottamente per quattro anni – si ispirarono al famoso capolavoro di Dumas, riscrivendo in stile parodico e rivistaiolo le famose gesta di Athos, Porthos Aramis e D’Artagnan.
I 4 moschettieri lasciò un segno indelebile nell’immaginario collettivo italiano, la “trasmissione più seguita di tutti i tempi”, ergendosi a crocevia delle più disparate esperienze artistiche e pubblicistiche.
Persino il cinema di quegli anni ne fu influenzato: Il Feroce Saladino di Mario Bonnard (1936) e I 4 Moschettieri di Carlo Campogalliani con le marionette dei Fratelli Colla ne sono fulgidi esempi.
Ottant’anni dopo, I Sacchi di Sabbia hanno dato un sequel a I 4 moschettieri: dapprima con un radiodramma – realizzato per Radio 3 all’interno del progetto Radio Days di Santarcangelo 14 – ed ora con questo spettacolo teatrale, dedicato ai bambini, che ripropone, in un’inedita sperimentazione visiva, le atmosfere e i personaggi del radiodramma.
Lo spettacolo è ambientato nell’America degli Anni Trenta: qui, i famosi eroi di Dumas si ritrovano a inseguire – tra gangster, pupe e sparatorie –  il sogno di una nuova grandezza, che solo il cinema potrà soddisfare. Un pastiche dunque che – alla maniera di Nizza e Morbelli –si avvale di gustose contaminazioni: dal cinema di Billy Wilder, ai testi di Jules Verne,  alle moderne graphic novel.
Restituire un radiodramma alla sua fruizione visiva, tracciare figure lasciando a chi guarda il lavoro di immaginare, è il cuore di questa avventura dedicata ai piccoli e grandi spettatori.

LE LINEE GUIDA DELLA RASSEGNA
CAMALEONTIKA 2016/2017 è la terza stagione teatrale organizzata ad Almese (TO) dalla compagnia Fabula Rasa diretta da Beppe Gromi, grazie al sostegno del Comune di Almese e della Fondazione Piemonte Dal Vivo.
Una nuova stagione di colori per un Camaleonte che dal 15 ottobre 2016 al 7 maggio 2017 continua a giocare ridipingendo il paesaggio mutante che lo circonda sul palcoscenico del Teatro Magnetto di Almese, comune della bassa Valle di Susa, con spettacoli di teatro per tutte le età, cabaret, danza e musica.
In questo edizione si è aperta una nuova importante collaborazione con “MEDICI SENZA FRONTIERE”, un sodalizio che aggiunge un tassello importante in una rassegna che sin dall’inizio si pone l’obiettivo di tenere acceso uno sguardo sul mondo dei più sfortunati. In tutti gli appuntamenti in programma vengono presentate alcune iniziative della nota associazione di aiuto umanitario con raccolta di offerte libere che andranno a sostenere le sue attività, oltre al  progetto migrante Black Fabula che consiste in laboratori di teatro-danza condotti dalla Compagnia Fabula Rasa ed avviati nell’aprile del 2015 per rifugiati africani ospitati dal Comune di Almese.
Il programma di Camaleontika 2016/2017 propone giovani compagnie e artisti conosciuti, spettacoli affermati e interessanti novità. Comicità e cabaret, musica, circo contemporaneo, teatro-danza e danza afro-contemporanea, improvvisazione e teatro di prosa per divertirsi ma anche per affrontare temi importanti con passione e poesia, per riflettere sulle nuove opportunità che può offrire la società contemporanea se basata sull’accoglienza e sull’accettazione delle diversità.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI
Amarzo la rassegna propone due appuntamenti: “All’Alba dell’orrido di Elva” della compagnia Stilema/Zona Castalia l’11 marzo e sempre Stilema con “Strip” di Silvano Antonelli il 12 marzo.
 
BIGLIETTI DI INGRESSO
Domenica teatro per bambini e famiglie/teatro per tutti ingresso unico: € 5,00
Spettacoli del sabato sera: Intero € 8,00 / ridotto € 5,00 (ne hanno diritto: iscritti ai laboratori di Fabula Rasa/Teatro Senza Confini, abilmente diversi e accompagnatori, under 18, , abbonati alla rassegna cinematografica del Magnetto, over 70 e sostenitori di Medici Senza Frontiere.

ABBONAMENTI
Abbonamento a 5 spettacoli: 30 € / ridotto: 25 € + 1 ingresso omaggio la domenica
Abbonamento speciale per sostenere Medici senza Frontiere: 3 sabati a 20 €

INFO E PRENOTAZIONI Fabula Rasa Ass.ne Onlus/Teatro Senza Confini/Moderne Officine Valsusa fabulamail@gmail.com

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *