Torino: L’Acqua è Vita il 9 aprile 2016, l’evento del progetto di Teatro Sociale che coinvolge 250 bambini

“L’ACQUA È VITA”

Grande evento che conclude l’omonimo progetto di teatro sociale e di comunità rivolto a bambini di cinque scuole elementari di Torino sul tema dell’acqua in un’ottica di sostenibilità ed etica ambientale

9 aprile 2016 – dalle ore 14:30

Parco Dora, Area Michelin presso il Museo A Come Ambiente, Corso Umbria 90, Torino
In caso di maltempo l’evento si svolgerà allo Sporting Dora, in Corso Umbria 83

ingresso gratuito  | www.socialcommunitytheatre.com  >

A cura del Social Community Theatre Centre del dipartimento Studium dell’Università degli Studi di Torino e dell’azienda AQUANOVA, con 250 bambini delle scuole Coppino, Falletti di Barolo, Parato, San Francesco d’Assisi, Tommaseo e con la partecipazione straordinaria di LUCA MERCALLI

Sabato 9 aprile 2016 alle ore 14.30 nella splendida cornice del Parco Dora di Torino, presso l’Area Michelin su cui si affaccia il Museo A Come Ambiente – MAcA, si svolgerà ad ingresso gratuito l’evento “L’acqua è vita”, atto finale dell’omonimo progetto di Teatro Sociale e di Comunità sul tema delle risorse ambientali, ed in particolare sul tema dell’acqua in un’ottica di sostenibilità ed etica ambientale, che coinvolge alcune classi delle scuole elementari torinesi Coppino, Falletti di Barolo, Parato, San Francesco d’Assisi e Tommaseo per un totale di 250 bambini.

Un tema di portata mondiale e storica che la recente XXI Conference of the Parties, la conferenza dell’ONU sui cambiamenti climatici, ha ben messo in risalto nelle due settimane di confronto tra i rappresentanti di 190 paesi e nell’accordo globale che ne è scaturito. Il presidente francese, François Hollande, in apertura dei lavori dichiarò che “L’obiettivo della Conferenza di oggi è la pace, perché rischiamo una guerra per l’accesso all’acqua”.

Infatti, i dati sull’accesso all’acqua sono sconcertanti: 1/6 della popolazione mondiale, circa 894 milioni di persone, non ha ancora accesso all’acqua potabile e si prevede un peggioramento legato all’aumento constante della domanda e dei consumi e agli effetti dei cambiamenti climatici a causa dei quali le risorse disponibili di acqua pro capite negli ultimi 54 anni si sono ridotte del 50%. Inoltre, secondo un recente report dal titolo “The New Plastics Economy: Rethinking the future of plastics”, realizzato dal World Economic Forum in collaborazione con la Ellen MacArthur Foundation, nel 2050 nei mari ci sarà più plastica che pesci.

 

Sulla base di queste riflessioni il Social and Community Theatre Centre del dipartimento Stadium dell’Università degli Studi di Torino (SCT Centre|UNITO) ha ideato il progetto “Lacqua è vita e lo realizza grazie al prezioso sostegno di AQUANOVA, azienda italiana di riferimento nel settore della depurazione acqua, ed in collaborazione con il Museo A Come Ambiente – MAcA, Pelagosphera – Società cooperativa di servizi in ambiente marino, Hydroaid – Scuola Internazionale dell’Acqua per lo Sviluppo, Società Meteorologica Italiana – Nimbus e Nova Coop, con i supermercati Coop e Ipercoop.

 

Un esempio di eccellenza di sinergia tra settore pubblico e settore privato per la realizzazione di un evento culturale su una grande sfida della nostra contemporaneità, che nasce dalla passione dei responsabili dell’SCT Centre che lo hanno ideato riuscendo a coinvolgere l’azienda AQUANOVA che con grande senso morale lo finanzia avallando la metodologia di Teatro Sociale e di Comunità attuata dall’SCT Centre, d’altronde già riconosciuta come Best Practice dall’Unione Europea essendosi aggiudicata due bandi Cultura e Creative Europe incentrati sullo sviluppo di comunità e coinvolgimento del pubblico.

Luca Mercalli

LUCA MERCALLI, climatologo, presidente della Società Meteorologica Italiana e divulgatore per La Stampa e Rai3, parteciperà all’evento finale con una conferenza pensata appositamente per i bambini, i pionieri del nostro futuro.

 

La divulgazione scientifica attraverso il teatro in uno stretto rapporto tra arte e scienza è un filone che SCT Centre intende far crescere e ampliare tra le sue attività ed il progetto “L’acqua è Vita” avrà un seguito con la creazione di uno spettacolo teatrale destinato ai bambini delle scuole elementari.

 

LA GRANDE FESTA DI COMUNITÀ DEL 9 APRILE SARÀ SUDDIVISA IN TRE PARTI:

  • dalle 14:30 il pubblico potrà visitare e interagire liberamente con gli allestimenti di SCT Centre e dei partner;
  • alle 16:00 gli attori dell’SCT Centre ed i bambini coinvolti porteranno in scena sul palco del “Caravan Artists on the Road”, con il quale il SCT Centre ha viaggiato in lungo e in largo per l’Europa, gli esiti dei laboratori teatrali nei quali ogni classe ha esplorato un argomento specifico legato al tema: l’acqua come fonte di vita; il viaggio di una goccia d’acqua in Africa; il viaggio di una goccia d’acqua in una grande città quale Torino; l’acqua e il suo rapporto con il clima e l’acqua virtuale;
  • alle 17:00 interverrà LUCA MERCALLI con la sua conferenza scritta e pensata appositamente per l’occasione e seguirà alle 17.45 un suggestivo rito conclusivo in cui i bambini faranno volare in cielo 300 palloncini, naturalmente di materiale biodegradabile, insieme ai loro messaggi da far arrivare al mondo.

Infine, tutti i bimbi potranno gustare una deliziosa merenda offerta da Nova Coop..

 

Partecipano alla realizzazione dell’evento anche Davide Pascutti e Maurizio Agostinetto.

Davide Pascutti è un fumettista di rilievo sulla scena italiana, vincitore del premio Gran Guinigi al Lucca Comics & Games 2014, che realizzerà una cartolina e una calamita che avranno come protagonista una goccia d’acqua e che verrà regalata ai bambini il 9 aprile, oltre ad una serie di tavole a fumetti che saranno utilizzate anche nello spettacolo teatrale che nascerà dal progetto .  Maurizio Agostinetto, artista poliedrico riconosciuto in campo internazionale, curerà l’allestimento dell’intero spazio del Parco Dora con installazioni e scenografie

 

APPROFONDIMENTI

 

I LABORATORI E IL COINVOLGIMENTO DELLE COMUNITÀ SCOLASTICHE

Nei laboratori l’elemento dell’acqua è stato utilizzato come strumento di gioco e di scoperta. I bambini sono stati prima di tutto guidati, attraverso il gioco, a scoprire da dove viene l’acqua, perché essa è il centro della vita, quali sono i suoi “poteri”, come mai è un bene deperibile e da salvaguardare, perché è necessario depurarla per berla, cos’è l’acqua virtuale, ecc…  Le comunità scolastiche, composte da insegnati, alunni e loro genitori, sono state coinvolte fin dal principio in una progettazione partecipata che le ha fatte diventare co-autrici e co-attrici della creazione artistica in un importante processo di innovazione culturale e sociale. Palcoscenico di tali percorsi artistici e di comunità sono le scuole, i loro quartieri ed il Parco Dora che nell’evento finale del 9 aprile si riappropria di una dimensione civile e culturale tipica della piazza medievale o del teatro antico.

 

IL SOCIAL AND COMMUNITY THEATRE CENTRE DELL’UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

E LA SUA METODOLOGIA RICONOSCIUTA COME BEST PRACTICE DALL’UNIONE EUROPEA

Il SCT Centre sviluppa ricerche scientifiche interdisciplinari e intersettoriali, progetti di innovazione culturale e di impatto sociale, formazione e capacity building, valutazione e supervisione attraverso la metodologia TSC, il Teatro Sociale e di Comunità.  La metodologia TSC, innovativa e multidisciplinare, nata nell’ambito dell’Università di Torino all’inizio del 2000 ad opera di Alessandro Pontremoli e Alessandra Rossi Ghiglione, si fonda sull’efficacia del teatro e delle performing arts per lo sviluppo dell’uomo e delle sue relazioni in ogni condizione di vita personale, professionale e comunitaria, ed è parte di un processo di innovazione sociale, di cittadinanza e di promozione della salute. La metodologia è riconosciuta come Best Practice dall’Unione Europea ed ha vinto 2 bandi Cultura e Creative Europe incentrati sullo sviluppo di comunità e coinvolgimento del pubblico. www.socialcommunitytheatre.com

 

L’AZIENDA AQUANOVA

Aquanova da oltre 20 anni rappresenta una delle realtà di riferimento nel settore del trattamento Acqua e delle pochissime aziende a produrre e commercializzare direttamente i propri depuratori. L’azienda è specializzata in soluzioni per famiglie oltre che per aziende, producendo unicamente apparecchi di alta qualità all’insegna del vero “made in Italy” , per garantire ai clienti la massima affidabilità e sicurezza >  http://aquanova.it

 

GLI ALTRI PARTNER:

Il MUSEO A COME AMBIENTE – MacA, primo museo europeo interamente dedicato alle tematiche ambientali, offre a bambini, famiglie e cittadini la possibilità di sperimentare in prima persona e di confrontarsi su temi quali l’energia, il riciclo dei materiali, l’acqua, l’alimentazione. Il museo ha nell’interattività la sua caratteristica principale: esperimenti, osservazioni, laboratori e percorsi guidati sono gli elementi di un viaggio che mescola gioco e scoperta  >  www.acomeambiente.org

PELAGOSPHERASOCIETÀ COOPERATIVA DI SERVIZI IN AMBIENTE MARINO, si occupa di ricerca, di divulgazione scientifica e di didattica delle scienze naturali. In particolare, in ambito marino e dulcacquicolo, si dedica all’analisi degli ecosistemi costieri, al monitoraggio subacqueo, alla conservazione della biodiversità, alla biologia e zoologia marina, all’eto-ecologia. La Cooperativa coopera attivamente con i Dipartimenti di Biologia Animale e dell’Uomo e di Biologia Vegetale dell’Università di Torino  >  www.pelagosphera.com

HYDROAIDSCUOLA INTERNAZIONALE DELL’ACQUA PER LO SVILUPPO è un’Associazione no-profit fondata nel 2001 a Torino con la mission di contribuire al rafforzamento di sistemi efficienti, integrati e sostenibili di gestione  delle risorse idriche in Paesi in via di sviluppo ed emergenti attraverso interventi di training e capacity development in aree caratterizzate da forti vulnerabilità climatico-ambientali.  >  www.hydroaid-it.org

SOCIETÀ METEOROLOGICA ITALIANANIMBUS. La SMI, la maggiore associazione in Italia nel settore, fondata nel 1865, accoglie professionisti, studiosi e amatori delle scienze dell’atmosfera. Pubblica la rivista di meteorologia Nimbus, fondata nel 1993 e si occupa di ricerca sul clima e salvaguardia degli antichi osservatori

meteorologici  >  www.nimbus.it

NOVA COOP è leader in Piemonte nel settore della grande distribuzione con una rete di 62 punti vendita con una  superficie complessiva di vendita di circa 160mila metri quadrati. Alla cooperativa attualmente sono iscritti circa 750mila soci e ha più di 4700 dipendenti. Novacoop promuove attivamente, attraverso le attività di educazione al consumo, un approccio sempre più attento e consapevole al mondo dei consumi.

 

DICHIARAZIONI DEI PRINCIPALI IDEATORI E RESPONSABILI DEL PROGETTO

 

Professor Alessandro Pontremoli, responsabile scientifico del progetto“Il progetto è un’occasione esemplare dove pubblico e privato hanno lavorato insieme per sensibilizzare le nuove generazioni a un tema di portata storica: il rispetto per l’ambiente e in particolare per l’acqua.  Questo esempio di partnership ci indica una direzione per un nuovo modo di pensare gli eventi culturali per il futuro.”

 

Maurizio Bertolini, project manager – “È stato straordinario seguire questo progetto e vedere come i bambini possano, attraverso il Teatro Sociale e di Comunità, affrontare consapevolmente e divertendosi un tema complesso come quello ambientale.”

 

Salvatore Giorgianni, titolare e fondatore dell’azienda Aquanova –  “La nostra non è solo un’ attività puramente commerciale ma ci porta a toccare importanti tematiche a livello di Salute e Prevenzione nonché a livello di salvaguardia ambientale, quindi con importanti risvolti culturali e sociali.  Abbiamo pensato che fosse importante contribuire a sostenere progetti che sensibilizzino l’opinione pubblica su questi fondamentali argomenti. Ci è quindi piaciuta l’idea di coinvolgere i bambini, le nuove generazioni che rappresentano il futuro della Terra.”.


Organizzazione:

Social and Community Theatre Centre dell’Università degli Studi di Torino

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Nunzio ha detto:

    Mai stato a Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *