Prov. Torino: Nel mese di settembre 2015 (6-13-20), la Strada del Gran Paradiso propone tre domeniche alla scoperta del Canavese Occidentale

A SETTEMBRE LA STRADA GRAN PARADISO RIPROPONEGLI ITINERARI CON LE VISITE GUIDATE NEL CANAVESE

Disponibile da scaricare e leggere il depliante con tutte le informazioni (pdf-2,10 Mb)

Compie cinque anni e amplia le sue proposte culturali e turistiche la “Strada Gran Paradiso”, nata nel 2011 per iniziativa dell’allora Provincia di Torino. Oggi la Strada può contare sull’impegno e sulle risorse della Città Metropolitana di Torino, di 24 Comuni, del Parco Nazionale del Gran Paradiso, del G.A.L. “Valli del Canavese”, dell’Atl “Turismo Torino e provincia” e del Consorzio operatori turistici delle Valli del Canavese: tutti uniti per dar vita a un progetto di aggregazione che ha l’ambizione di “raccontare” ai visitatori il territorio, presentandone organicamente le tradizioni e le peculiarità storico-culturali, naturalistiche ed enogastronomiche. Nel mese di settembre la Strada del Gran Paradiso proporrà tre domeniche alla scoperta del Canavese Occidentale attraverso 8 itinerari tra natura, cultura, arte, storia e tradizioni.

 

OTTO ITINERARI CON I BUS NAVETTA IN PARTENZA DA TORINO

Nelle domeniche 6, 13 e 20 settembre sono nuovamente a disposizione i bus navetta in partenza alle 8 da Torino Porta Susa, in piazza XVIII Dicembre, di fronte alla vecchia stazione ferroviaria. In questo caso l’iscrizione agli itinerari è obbligatoria, costa 15 Euro (10 Euro per i bambini sotto i 12 anni) e include il costo del pranzo, degli ingressi e delle visite guidate.

 

Per informazioni e prenotazioni (almeno tre giorni prima di ogni evento) occorre contattare l’Ufficio del Turismo di Ivrea, telefono 0125-618131, dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 17. Si può anche scrivere una e-mail a info.ivrea@turismotorino.org

 

La visita dei luoghi degli itinerari sarà possibile per tutti gli interessati, anche senza prenotazione, dalle 15 alle 19

 

GLI ITINERARI IN SINTESI

Domenica 6 settembre

– itinerario 1 Valle Sacra: Colleretto Castelnuovo, Castelnuovo Nigra, Cintano, Chiesanuova, Borgiallo

– itinerario2 Castellamonte e San Giorgio Canavese

Domenica 13 settembre

– itinerario3 Valle Orco: Alpette, Sparone, Ribordone

– itinerario 4 Alta Valle Orco: Noasca e Ceresole Reale

– itinerario 5 Valle Orco: Pont Canavese e Frassinetto

– itinerario 6 Alto Canavese: Canischio, Pratiglione, Prascorsano, Valperga

Domenica 20 settembre

– itinerario 7 Valle Soana: Valprato Soana, Ingria, Ronco Canavese

– itinerario 8 Basso Canavese: San Ponso, Feletto, Rivarolo Canavese

GLI ITINERARI IN DETTAGLIO

Domenica 6 settembre

 Itinerario 1 in Valle Sacra: Colleretto Castelnuovo, Cintano, Chiesanuova, Borgiallo

– alle 9,30 a Colleretto Castelnuovo sosta davanti alla torre medievale dell’antico castello

– alle 10,15  a Castelnuovo Nigra visita alla via dei presepi, museo all’aperto ornato da decine di opere artistiche in terracotta di Castellamonte

– alle 12,15 a Cintano aperitivo nei crôtin, antiche costruzioni per la conservazione dei formaggi,

– alle 13,15 pranzo all’agriturismo Cascina Marcellina di Cintano

– alle 15 a Chiesanuova, visita al percorso dei piloni (escursione a piedi di 45 minuti), visita alla chiesa parrocchiale

– alle 17,30 a Borgiallo, visita alla cappella di San Giacomo

Itinerario 2 a Castellamonte e San Giorgio Canavese

– alle 9,30 a Castellamonte visita guidata alla 55ª Mostra della Ceramica:  al Centro Congressi Martinetti “Fruit & Vegetables” opere realizzate dai maestri dell’associazione Artisti della Ceramica in Castellamonte e altri autori del territorio, a Palazzo Botton Ac Principio Terra Universa – Differenti Terre, alla Casa Gallo ceramiche artistiche nel contemporaneo. Partecipazione alla dimostrazione di cottura della ceramica con tecnica raku a cura dell’associazione Artisti della Ceramica in Castellamonte in Piazza Martiri della Libertà

– alle 13,15 pranzo all’agriturismo Equin’Ozio di Filia di Castellamo- alle 15 a San Giorgio Canavese visita al Castello, alla chiesa Parrocchiale e al museo etnografico “Nossi Raiss”. Al museo incontro con i produttori di eccellenza di San Giorgio Canavese e con l’associazione Piattella Canavesana di Cortereggio, con dimostrazioni e degustazioni

 Domenica 13 settembre

Itinerario 3 in Valle Orco: Alpette, Sparone e Ribordone

– alle 9,30 ad Alpette visita all’Ecomuseo del rame, alla sala del lavoro e della Resistenza, al planetarium e all’osservatorio astronomico

– alle 11,30 a Sparone visita alla Rocca arduinica, alla chiesa di Santa Croce (passeggiata di venti minuti a piedi) e alla chiesa di San Giovanni

– alle 13 pranzo alla Trattoria del Ponte in piazza del Ponte a Sparone

– alle 15,45 a Ribordone, visita al Santuario di Prascondù, alla casa dell’apparizione e al museo del Parco Nazionale Gran Paradiso dedicato alla religiosità popolare. Partecipazione alla festa della Boleta con canti e danze

 Itinerario 4 in alta Valle Orco: Noasca e Ceresole Reale

– alle 9,45 a Noasca, visita al centro visitatori del Parco Nazionale Gran Paradiso con la mostra sulle forme del  paesaggio, visita guidata alla chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, breve escursione guidata (10 minuti a piedi) alla cascata di Noasca, visita libera all’esposizione sugli antichi mestieri  e sugli spazzacamini

– alle 13 trasferimento a Ceresole e pranzo presso al ristorante Casa del Re presso il Grand Hotel

– alle 14,30 a Ceresole Reale escursione guidata intorno al lago con partenza dalla località Villa, passaggio sulla diga Iren (circa un’ora a piedi, percorso non impegnativo), visita al sito archeologico della ferriera medievale, alle Fonti minerali e al centro visitatori del Parco Nazionale Gran Paradiso con la  mostra “Homo et ibex”

 Itinerario 5 a Pont Canavese e Frassinetto

– alle 9,30 a Pont Canavese visita al museo etnografico dei Canteir, al polo museale Sandretto (Museo della plastica, Museo della Manifattura, Collezione di antiche macchine utensili Cav. Modesto Sandretto) e alla Torre Ferranda

– alle 13,30 pranzo al ristorante Bergagna a Pont Canavese

– alle 15,30 a Frassinetto visita alla Chiesa parrocchiale, alla pinacoteca del pittore Carlo Bonatto Minella, alla borgata Chiapinetto e al punto di arrivo dell’Arcansel, attrezzatura per il volo libero su fune

Itinerario 6 nell’Alto Canavese: Canischio, Pratiglione, Prascorsano, Valperga

– alle 9,30 a Canischio visita all’antica Fucina del Canavet, alla chiesetta di San Grato e alla chiesa parrocchiale con il campanile romanico

– alle 11,30 a Pratiglione visita alla chiesa parrocchiale e pausa per ammirare il panorama

– alle 12 a Prascorsano visita alla chiesa cimiteriale della Madonna del Carmine

– alle 13,30 pranzo nel salone polifunzionale comunale di Prascorsano a cura della Pro Loco. A seguire partecipazione alla Festa della Vendemmia e alla Sagra del Cinghiale

– alle 15,30 a Valperga visita della chiesa di San Giorgio con affreschi, passeggiata verso il centro, visita del campanile e della chiesa parrocchiale

Domenica 20 settembre

Itinerario 7 in Valle Soana: Valprato Soana, Ingria, Ronco Canavese

– alle 10 a Valprato Soana, mercatino dei prodotti artigianali locali e dei prodotti biologici degli orti della Valle Soana e incontro con i produttori

– alle 12 trasferimento a Ingria per il pranzo al ristorante tipico Pont Viei. A seguire visita al centro storico

– alle 15 a Ronco Canavese breve passeggiata per osservare l’orrido del Crest, con le marmitte dei giganti e visita alla fucina da rame risalente al 1675

– alle 17 merenda a base di prodotti tipici con il marchio di qualità del Parco Nazionale Gran Paradiso

Itinerario 8 nel Basso Canavese: San Ponso, Feletto, Rivarolo Canavese

– alle 9,30 a San Ponso visita al Battistero paleocristiano

– alle 11,15 a Feletto visita al Museo dell’Oro

– alle 12,15 esibizione degli sbandieratori di Feletto

– alle 12,30 visita alla chiesa di Maria Assunta

– alle 13,30 pranzo alla locanda dei Templari a Feletto

– alle 15 a Rivarolo Canavese visita guidata del centro storico e del Castello Malgrà. Nel Parco del castello esposizione e vendita dei prodotti tipici DECO di Rivarolo Canavese, del Paniere della Provincia di Torino e della Strada Reale dei Vini Torinesi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *