Bologna: Viaggio/Evento TERRA DI MEMORIE: Storia di una Resistenza, 2-17-27 settembre 2015

Antonio Bozzetti

NOTTURNI IN CERTOSA

TERRA DI MEMORIE: STORIA DI UNA RESISTENZA

Cimitero Monumentale della Certosa di Bologna

Mercoledì 2, giovedì 17 e domenica 27 settembre 2015

Un affresco della resistenza operaia nella Milano occupata. La voce fuori campo di Antonio Bozzetti (1924-2009), ultimo raccontastorie milanese e operaio “resistente” della Magnaghi nella cellula antifascista di fabbrica, ci introduce nel cuore di un sentire della Libertà, il silenzio della sua mancanza.

Uno spettacolo itinerante sulla Resistenza: la resistenza alla fame e alla paura nei luoghi del ‘900 del Chiostro IX e nel tempo dei tragici bombardamenti del ‘44; la resistenza nel tempo del sabotaggio, degli scioperi e della propaganda, fino al giorno della Liberazione, nel luogo che è il Monumento Ossario ai Caduti Partigiani, frontale alla tomba di Giuseppe Dozza, amato “Sindaco del Fare”.

Due attori mimi – Maurizio Vai e Stefania Milia della Compagnia Le Chapeau des Rêves di Bologna – animano il racconto di Antonio Bozzetti in un suggestivo itinerario di musiche e “giochi di luce” [effetti luminosi pirotecnici] che dagli spazi del Novecento, ci condurrà nel luogo che della memoria, furono gli uomini e le donne della Resistenza bolognese.

Dopo lo spettacolo “TERRA DI MEMORIE: una piccola grande storia”, costruito per la Certosa nell’estate 2014 e inserito nella Stagione 2015 del Teatro Officina di Milano, nel 70° Anniversario della Resistenza [1943-45] e nei simbolici luoghi del Monumentale, Daniele Robazza riporta la vita, la voce e la piccola storia di uno dei più grandi esponenti del teatro popolare milanese. Tratto dallo spettacolo “TERRA DI MEMORIE” prodotto dal Teatro Officina nel 1995 con Bozzetti in scena, è il doveroso ricordo della “Città dei Vivi” a coloro che si batterono per la nostra Libertà di essere, in diritto ed in dovere.

“[…] La Libertà adess l’è ona paròla scontada, natural; gòdom de la libertà e se accorgiom nanca […] La Libertà l’è come l’aria: te se accorget che l’ha gh’è e l’è preziosa quand la te manca! […]”

Antonio Bozzetti

TERRA DI MEMORIE: Ricordi, osservazioni, riflessioni, quasi autobiografiche, in una città dagli anni ’30 al ‘45

Organizzazione a cura de La Casa dei Fuochi di Imola. Consulenza artistica di Massimo De Vita e Daniela Airoldi Bianchi, Direzione del Teatro Officina di Milano.

 

ANTONIO BOZZETTI

Antonio Bozzetti è nato a Milano nel 1924 in una casa di ringhiera, tra il quartiere di Turro e quello di Gorla. Primo di sei fratelli, è cresciuto in una famiglia di umili origini e ha cominciato da giovanissimo a lavorare come operaio nella fabbrica Magnaghi. Ha partecipato attivamente alla Resistenza entrando a far parte della cellula antifascista di fabbrica che si distinguerà per azioni di sabotaggio, di sciopero e di propaganda. Dagli anni ’80 si è dedicato interamente all’attività sociale, fondando una delle prime cooperative di servizi alla persona, la “Cogess”. Dal 1987 ha collaborato stabilmente con il Teatro Officina di Milano, per il quale è stato attore e narratore in moltissimi spettacoli rappresentati nei luoghi più diversi: dai cortili alle cascine, dalle case di ringhiera alle fabbriche, alle Università, fino al Teatro dal Verme e al Piccolo Teatro. Ha testimoniato nelle scuole come membro dell’A.N.P.I. e ha insegnato dialetto milanese nella scuola di lingua e letteratura istituita presso la Biblioteca “Fra Cristoforo.”

 

PER INFO E PRENOTAZIONI

Museo Civico del Risorgimento di Bologna

Prenotazione obbligatoria al 333 2677284 (pomeriggio-sera). Ritrovo presso l’ingresso principale della Certosa (cortile Chiesa) ore 20.30

http://www.museibologna.it/risorgimento/eventi/47755/date/2015-06-09/date_from/2015-06-09/offset/33/id/79906

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Sarà un Viaggio e un Miraggio… Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *